Focus Belt and Road Initiative - Una strada di prosperità per la nuova era

Focus Belt and Road Initiative - Una strada di prosperità per la nuova era

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Nel 2013, il Presidente Xi Jinping ha presentato l'Iniziativa Belt and Road (BRI). Dopo un decennio di sviluppo, la BRI ha promosso efficacemente l'integrazione economica e lo sviluppo interconnesso, offrendo vantaggi a tutti. Ha tracciato un percorso verso il mutuo beneficio, i risultati vantaggiosi per tutti, la prosperità e lo sviluppo in un'epoca piena di turbolenze e cambiamenti.

La BRI fa risplendere la luce dello sviluppo e dà nuovo impulso allo sviluppo globale. Lo sviluppo è la chiave principale per risolvere tutti i problemi ed è un tema senza tempo per l'umanità. La BRI, concentrandosi sullo sviluppo che meglio serve gli interessi comuni di tutti i Paesi, ha fornito una piattaforma per lo sviluppo con grande inclusione e ha promosso lo sviluppo comune e la prosperità di tutti i Paesi del mondo. Dal 2013 al 2022, il valore totale degli scambi di merci della Cina con i principali Paesi partner della Belt and Road è cresciuto a un tasso medio annuo dell'8,6% e gli investimenti nei due sensi hanno superato i 270 miliardi di dollari. I contratti di progetto appena firmati hanno un valore di oltre 1.200 miliardi di dollari e una serie di progetti infrastrutturali, tra cui strade, ponti e porti, sono entrati in funzione, promuovendo ulteriormente la connettività terrestre, marittima, aerea e del cyberspazio.

La cooperazione della Belt and Road non è una performance solista, ma una sinfonia suonata da tutti. La BRI ha efficacemente messo in sinergia le strategie di sviluppo e le richieste pratiche dei partner e ha aiutato i Paesi partner a trasformare i propri vantaggi in frutti tangibili dello sviluppo. Nell'ultimo decennio sono fioriti parchi industriali cooperativi d'oltremare, tra cui la zona industriale di Rayong tra Thailandia e Cina e la zona industriale orientale dell'Etiopia, che sono serviti da catalizzatori per l'industrializzazione e la modernizzazione locali. Secondo le stime della Banca Mondiale, entro il 2030 la cooperazione Belt and Road apporterà al mondo un beneficio annuo di 1.600 miliardi di dollari, pari all'1,3% del PIL mondiale e darà un forte impulso allo sviluppo globale.?
La BRI fa risplendere la luce della felicità e dà nuovi contributi al benessere delle persone. Il popolo è il fondamento di uno Stato. Quando le fondamenta sono forti, lo Stato è sicuro. Il miglioramento dei mezzi di sussistenza delle persone è diventato un'altra caratteristica distintiva della BRI. Negli ultimi dieci anni, la BRI ha contribuito a far uscire dalla povertà quasi 40 milioni di persone e ha creato percorsi di opportunità e prosperità per la popolazione locale. Un gran numero di programmi di sostentamento "piccoli ma intelligenti", come scuole, ospedali e stadi, sono stati realizzati uno dopo l'altro e sempre più persone vivono una vita migliore con un maggiore senso di felicità e beneficio. Il China-Europe Railway Express ha completato oltre 15.000 servizi di trasporto merci, servendo come treno sanitario per la consegna di materiale medico durante la pandemia. A gennaio di quest'anno è stata consegnata con successo la sede del Centro africano per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), il primo CDC in Africa dotato di uffici moderni e laboratori di alto livello. Di fronte alla crisi alimentare globale, la Cina e i suoi partner della BRI si sono impegnati attivamente nella cooperazione agricola e hanno diffuso il riso ibrido, il Juncao e altre tecnologie pratiche, contribuendo positivamente a garantire l'approvvigionamento alimentare delle popolazioni locali.

La BRI brilla di speranza e apre nuove prospettive di prosperità comune. L'Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile sta incontrando difficoltà nella sua attuazione e il divario di sviluppo continua ad aumentare. I Paesi di tutto il mondo hanno una maggiore aspirazione allo sviluppo e alla cooperazione. Molti Paesi in via di sviluppo hanno colto lo slancio della BRI e sono saliti a bordo del treno espresso dello sviluppo cinese. Con l'accelerazione dello sviluppo della Via della Seta della salute, della Via della Seta digitale, della Via della Seta verde e della Via della Seta dell'innovazione, si creeranno maggiori opportunità di cooperazione. Ciò aprirà prospettive più ampie per il potenziamento industriale, la trasformazione energetica e lo sviluppo innovativo di questi Paesi.

I talenti sono la risorsa più importante per garantire un futuro brillante. Nell'ambito della cooperazione Belt and Road, la Cina ha portato avanti con determinazione le attività di scambio di talenti e la cooperazione nella ricerca. Con l'aiuto delle Officine Luban, la Cina ha creato officine professionali in più di 20 Paesi per fornire formazione professionale e tecnica ai giovani locali, stimolando i motori di crescita interna dei Paesi interessati.

Il terzo Forum della Belt and Road per la cooperazione internazionale si terrà a Pechino. Sarà il più grande evento per commemorare il 10° anniversario della BRI e un'importante piattaforma per tutte le parti per discutere della cooperazione di alta qualità della Belt and Road. Ci auguriamo che tutte le parti, partendo dal nuovo punto di partenza, rendano la torta dello sviluppo sempre più grande, in modo da fornire un solido sostegno al benessere delle persone e creare maggiori opportunità di crescita economica. Così facendo, inaugureremo un altro meraviglioso decennio su questa strada di prosperità globale.

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse di Clara Statello La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

L'Unione Europea nella percezione degli italiani di Leonardo Sinigaglia L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'Unione Europea nella percezione degli italiani

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO) di Michelangelo Severgnini "L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

A cosa serve la proposta di Putin di oggi di Giuseppe Masala A cosa serve la proposta di Putin di oggi

A cosa serve la proposta di Putin di oggi

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti