Il presidente boliviano Arce: le economie Brics "hanno distrutto l'egemonia Usa"

Il presidente boliviano Arce: le economie Brics "hanno distrutto l'egemonia Usa"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il presidente della Bolivia, Luis Arce, ha partecipato venerdì alla sessione plenaria del Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo (SPIEF-2024), dove ha dichiarato che le economie dei BRICS hanno rotto l'egemonia degli Stati Uniti. Durante il suo intervento, Arce ha espresso una visione ottimistica riguardo al futuro della cooperazione internazionale e allo sviluppo economico equo.

Un nuovo ordine mondiale

Secondo Arce, i BRICS rappresentano una speranza per il futuro, un'opportunità per la cooperazione e la complementarità tra le nazioni. "Le economie riunite in questo riuscito blocco hanno distrutto l'egemonia degli Stati Uniti e si alzano come una speranza per lo sviluppo, la cooperazione e complementarietà tra i paesi," ha affermato Arce. Ha sottolineato che la Bolivia è stata storicamente una vittima di 'enclave economy', ma ora vede una possibilità di trasformazione nel nuovo ordine mondiale che i BRICS stanno contribuendo a creare.

"La ricomposizione di un ordine mondiale condurrà a un mondo più giusto e equilibrato," ha affermato Arce, difendendo inoltre l'uso delle monete nazionali nelle transazioni internazionali per evitare la predominanza di una singola nazione nella politica monetaria globale.

L'importanza dei BRICS per la Bolivia

Il presidente boliviano ha dichiarato che vedere il proprio paese come membro dei BRICS rappresenta una grande opportunità per il processo di trasformazione della nazione andina. Questo desiderio è stato ulteriormente espresso in un'intervista con Sputnik, dove Arce ha affermato che la Bolivia potrebbe avere buone possibilità di aderire ai BRICS nel 2024, soprattutto dopo la rinuncia dell'Argentina.

"La Bolivia è stata una delle prime a chiedere l'adesione. Se parliamo di chi è il prossimo in linea, penso che la Bolivia potrebbe unirsi, ma questo dipende ovviamente dai fondatori e dagli attuali membri dei BRICS," ha detto Arce.

Cooperazione strategica e sostenibilità

Durante l'intervento al SPIEF, Arce ha discusso la possibile adesione della Bolivia ai BRICS con il presidente russo Vladimir Putin. Ha inoltre sottolineato l'importanza della cooperazione e del trasferimento tecnologico tra i paesi membri, in particolare nei settori dell'energia, della produzione di litio e della cooperazione finanziaria.

"Ci sono molti settori strategici in cui Russia e Bolivia possono collaborare, inclusi il commercio, il settore nucleare, la produzione di litio, la cooperazione finanziaria, l'industria energetica e l'interazione culturale e umanitaria," ha scritto Arce su Telegram.

Un modello economico basato sulle risorse naturali

Arce ha evidenziato che il modello economico della Bolivia si basa sull'utilizzo delle risorse naturali a beneficio del popolo. Ha menzionato che la Bolivia possiede la più grande riserva di litio al mondo e che il suo obiettivo finale è l'eliminazione della povertà e la riduzione delle disuguaglianze.

"Non può esserci una sola visione di sviluppo e crescita nel mondo," ha dichiarato, sottolineando l'importanza di rispettare la sovranità di ogni paese nella scelta del proprio modello economico.

Futuro multipolare

La Bolivia, con il suo ricco patrimonio di risorse naturali e il desiderio di trasformazione economica, vede nei BRICS un partner strategico per il futuro. La partecipazione di Arce al Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo ha ribadito l'impegno della Bolivia a cercare nuove opportunità di cooperazione e sviluppo attraverso l'adesione a questa alleanza economica emergente.

Con la prospettiva di un mondo multipolare e un ordine globale più equo, la Bolivia è pronta a fare il prossimo passo verso una maggiore integrazione economica e politica con i BRICS, sperando in un invito ufficiale per partecipare al forum dei BRICS in Russia nel prossimo futuro.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

L'Unione Europea nella percezione degli italiani di Leonardo Sinigaglia L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'Unione Europea nella percezione degli italiani

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

Sahra Wagenknecht, Carola Rakete e i "grandi strateghi" di Michelangelo Severgnini Sahra Wagenknecht, Carola Rakete e i "grandi strateghi"

Sahra Wagenknecht, Carola Rakete e i "grandi strateghi"

A cosa serve la proposta di Putin di oggi di Giuseppe Masala A cosa serve la proposta di Putin di oggi

A cosa serve la proposta di Putin di oggi

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti