Mosca: "Servizi inglesi preparano a Sumy una nuova provocazione per i media occidentali"

Mosca: "Servizi inglesi preparano a Sumy una nuova provocazione per i media occidentali"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

I servizi segreti britannici e il regime di Kiev stanno preparando nuove provocazioni ad uso dei media occidentali nella provincia ucraina di Sumy. Lo ha denunciato lunedì il capo del "Centro nazionale russo per la gestione della difesa", il colonnello generale Mijaíl Mizíntsev.

Mizintsev ha affermato che le provocazioni sono progettate per accusare Mosca di "presunti crimini contro popolazione ucraina" e che "i media occidentali promuoveranno con un'altra fake confezionata in un futuro prossimo".

Secondo l'alto funzionario, rappresentanti di media occidentali e ucraini sono stati convocati nella città di Seredina-Buda, nella provincia di Sumy, per "riprese video". Allo stesso tempo, è stato imposto il coprifuoco e la popolazione locale è stata sgomberata con la forza dall'area in cui è stata effettuata la registrazione per "coprire la provocazione e impedire a veri testimoni di rivelarla", ha aggiunto.

Mizíntsev ha inoltre indicato che nella città di Nizhnya Syrovatka, nei pressi di Sumy, i cadaveri vengono portati nei sotterranei di edifici residenziali per "essere presentati come altre presunte vittime dell'esercito russo". "Secondo i 'direttori britannici', le unità di truppe russe avrebbero massacrato e deriso i civili mentre si ritiravano", ha detto il colonnello generale.

Il Ministero della Difesa russo precisa poi con un comunicato come "si prega di notare che le truppe russe si sono ritirate da questa località tre settimane fa, il 20 marzo. Tali eventi, se fossero realmente accaduti, non avrebbero potuto non essere resi pubblici in un periodo così lungo. Inoltre, il regime di Kiev cerca ogni ragione per accusare la Russia di genocidio degli ucraini. Un'intera rete di influenze informatiche-psicologiche straniere sulla popolazione opera attualmente in Ucraina, producendo "sporchi trucchi" su base professionale. Vedremo più di una volta i risultati delle loro attività anti-russe.", si legge. 

Le autorità ucraine, prosegue il Ministero, fanno ampio uso anche dei paesi interessati e delle organizzazioni senza scopo di lucro: "Ad esempio, la dirigenza francese ha inviato in Ucraina un gruppo di militari francesi e la Gendarmeria per raccogliere informazioni su presunti crimini commessi da militari russi, insieme a rappresentanti della "Commissione internazionale sulle persone scomparse" (creata su iniziativa degli USA ). L'11 aprile il personale delle forze speciali francesi, insieme ad esperti tecnici della Gendarmeria francese e del ministero dell'Interno, è arrivato in Ucraina attraverso la Germania e la Polonia passando per il cosiddetto "corridoio diplomatico". Data la partigianeria di questi "esperti", non c'è speranza di un'indagine imparziale. Apparentemente, le loro principali aree di attività saranno la copertura di numerosi crimini di guerra contro la popolazione ucraina e le repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk commessi dalle autorità ucraine negli ultimi otto anni, nonché la fabbricazione di accuse contro le forze armate russe", ha concluso.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

La Nato va ufficialmente alla terza guerra mondiale di Giorgio Cremaschi La Nato va ufficialmente alla terza guerra mondiale

La Nato va ufficialmente alla terza guerra mondiale

La vera storia del "default russo" spiegata bene di Marinella Mondaini La vera storia del "default russo" spiegata bene

La vera storia del "default russo" spiegata bene

Il Liquidatore entra nella fase finale di Savino Balzano Il Liquidatore entra nella fase finale

Il Liquidatore entra nella fase finale

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

L'inflazione come strumento della lotta di classe di Gilberto Trombetta L'inflazione come strumento della lotta di classe

L'inflazione come strumento della lotta di classe

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti