"Pensano che il mondo sia fatto di stupidi!". La risposta di Medvedev alla Nato (traduzione integrale)

"Pensano che il mondo sia fatto di stupidi!". La risposta di Medvedev alla Nato (traduzione integrale)

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


di Marinella Mondaini

L'affilata risposta di Dmitrij Medvedev alla scellerata decisione della Nato:

"I nostri amici della NATO hanno un nuovo mantra. Ora dichiarano collettivamente che non è previsto alcun intervento in "Ucraina". Solo alcune truppe entreranno nell'area intorno a Leopoli e forse a Kiev per sostituire l'esercito ucraino. Si tratterebbe di un qualcosa simile alla conduzione di casa e organizzazione, all’addestramento, all'invio di forze speciali d'élite in alcuni luoghi. Nient'altro. Conclusione: abitanti dei nostri Paesi, rilassatevi. Ci saranno solo poche bare. E voi, russi, non preoccupatevi, non abbiamo intenzione di entrare in guerra.
Sono semplicemente dei bastardi arroganti, che pensano che il mondo intero sia fatto di stupidi! Tutti questi microgenitali organi della NATO devono obbedire agli ordini delle forze armate ucraine e di nessun altro! In caso contrario, non li lasceranno entrare nemmeno in un Paese miserabile e morente come l'"Ucraina".
Ciò significa che diventeranno parte delle forze regolari che adesso combattono contro di noi. Ecco perché possono essere trattati solo come nemici. E non solamente come nemici, ma come unità d'élite, come punitori delle SS di Hitler. E per questi pidocchi d'oltremare, che, a differenza degli sfortunati ucraini, non sono stati costretti ad andare in guerra, ci può essere solo una regola: nessuna cattura: per ogni soldato della NATO ucciso, ogni cacciabombardiere fatto saltare in aria o bruciato, deve esserci la ricompensa massima. E nessuna restituzione dei corpi. Che i parenti all'estero soffrano!".

----------------------

L'AntiDiplomatico subisce la censura di "fact-checker" indipendenti che lavorano per giornali con una visione diversa dalla nostra e agenzie statunitensi come NewsGuard preposte alla messa al bando delle voci non allineate a Washington. Se ritieni che il nostro lavoro sia importante, aiutaci ad aggirare la censura. Seguici e sostienici qui.

Marinella Mondaini

Marinella Mondaini

Scrittrice, giornalista, traduttrice. Vive e lavora a Mosca

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington? di Giacomo Gabellini Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

L'UE e quel "lei deve stare molto attento!" di Marinella Mondaini L'UE e quel "lei deve stare molto attento!"

L'UE e quel "lei deve stare molto attento!"

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La violenza del capitale di Giuseppe Giannini La violenza del capitale

La violenza del capitale

Toti e quei reati "a fin di bene" di Antonio Di Siena Toti e quei reati "a fin di bene"

Toti e quei reati "a fin di bene"

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti di Gilberto Trombetta Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Il mio messaggio a Bengasi di Michelangelo Severgnini Il mio messaggio a Bengasi

Il mio messaggio a Bengasi

Gli ultimi dati del commercio estero cinese di Pasquale Cicalese Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Escalation nucleare possibile? Cosa rischia l'Europa di Giuseppe Masala Escalation nucleare possibile? Cosa rischia l'Europa

Escalation nucleare possibile? Cosa rischia l'Europa

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard di Paolo Arigotti Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti