Media arabi: Drone abbattuto in Siria apparteneva agli Usa

Media arabi: Drone abbattuto in Siria apparteneva agli Usa

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Fonti militari affermano che l'aereo spia abbattuto lunedì scorso dalla difesa aerea siriana nel sud di Aleppo appartiene agli Stati Uniti.

Nello specificare i dettagli di questo abbattimento dell'aereo spia avvenuto nei pressi dell'area di Azan, situata nel sud della provincia di Aleppo, a nord del Paese arabo, le fonti hanno indicato che si tratta di un drone spia,  4A Global Hawk, abbattuto dal sistema antiaereo avanzato BUK.

Hanno anche evidenziato che il drone statunitense è decollato dalla base aerea di Al-Azraq, nel nord della Giordania , un complesso militare molto attivo dall'inizio delle offensive aeree statunitensi nella regione.

Come riportato dall'agenzia di stampa libanese Al-Khanadeq , l'immediata reazione della difesa aerea siriana ha fermato il tentativo di Washington di invadere lo spazio aereo del Paese arabo.

L'evento si è svolto ad Aleppo, in ottemperanza a un ordine del presidente siriano Bashar al-Asad, che aveva precedentemente autorizzato le sue forze ad abbattere qualsiasi caccia nemico che tentasse di invadere il territorio siriano.

Di recente, la difesa aerea siriana si è impegnata con più forza contro obiettivi ostili nello spazio aereo del Paese. Lo scorso 25 luglio, il contrammiraglio Vadim Kulit, capo del Centro russo per la riconciliazione delle parti in conflitto in Siria, ha dichiarato che le unità di  difesa aerea del Paese arabo avevano intercettato e distrutto due missili guidati israeliani alla periferia di Damasco .

Secondo Kulit, i missili sono stati lanciati da due caccia F-16 israeliani, spingendo l'esercito siriano a colpire entrambi i missili in aria sopra la città di Sayida Zainab, che si trova a circa 10 chilometri a sud di Damasco.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

L’Iran come la Siria nel 2011? di Francesco Santoianni L’Iran come la Siria nel 2011?

L’Iran come la Siria nel 2011?

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE di Marinella Mondaini L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso" di Antonio Di Siena Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva? di Michelangelo Severgnini Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo di Paolo Pioppi Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra