Global Times - La politica più aggressiva di Bruxelles merita una risposta

Global Times - La politica più aggressiva di Bruxelles merita una risposta

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il pacchetto europeo, noto come European Economic Security Package, prevede una maggiore vigilanza sugli investimenti esteri e controlli più coordinati sulle esportazioni e sulle tecnologie, con la strategia di ridurre la dipendenza economica dalla Cina. Pur senza citare esplicitamente la Cina, il piano evidenzia la "de-risking", una strategia volta a ridurre la dipendenza economica dalla Cina. La risposta della Cina è stata un appello all'UE affinché rispetti le norme del libero scambio e eviti politiche anti-globalizzazione, scrive il quotidiano Global Times.

Il piano ha sollevato preoccupazioni diffuse tra le imprese cinesi, in particolare quelle rappresentate dalla China Chamber of Commerce to the EU (CCCEU), che ha monitorato da vicino lo sviluppo della strategia di sicurezza economica dell'UE. Secondo la CCCEU, il 52% delle imprese cinesi è preoccupato per lo screening degli investimenti esteri dell'UE, mentre il 47% è preoccupato per gli effetti possibili della "European Economic Security Strategy".

Il segretario generale della CCCEU, Fang Dongkui, ha sottolineato che, sebbene il pacchetto debba ancora passare attraverso la deliberazione dell'UE, evidenzia la tendenza "orientata verso l'interno" dell'UE a causa della lenta ripresa economica e della crescita stagnante nell'Eurozona e nell'UE.

Gli esperti ritengono che, anche se l'impatto esatto del piano sulla sicurezza economica dell'UE resta da vedere, esso rappresenta una nuova sfida per i legami tra Cina e UE, già sotto pressione a causa del tono aggressivo dell'UE nei confronti della Cina. Cui Hongjian, un professore con l'Academy of Regional and Global Governance presso la Beijing Foreign Studies University, ha dichiarato al Global Times che, nonostante le speranze di un miglioramento delle relazioni Cina-UE quest'anno, le barriere artificiali dell'UE rendono difficile tale miglioramento.

Infine, gli esperti sottolineano la necessità di un riequilibrio nelle relazioni tra Cina e UE, mantenendo la stabilità complessiva, ma anche formulando risposte pratiche all'aggressione dell'UE su alcuni fronti e questioni specifiche.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Il macronismo apre le porte all'estrema destra di Paolo Desogus Il macronismo apre le porte all'estrema destra

Il macronismo apre le porte all'estrema destra

Da Madrid, l’Internazionale nera contro il socialismo di Geraldina Colotti Da Madrid, l’Internazionale nera contro il socialismo

Da Madrid, l’Internazionale nera contro il socialismo

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

 COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA di Leonardo Sinigaglia  COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA

COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington? di Giacomo Gabellini Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico" di Marinella Mondaini FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La violenza del capitale di Giuseppe Giannini La violenza del capitale

La violenza del capitale

Toti e quei reati "a fin di bene" di Antonio Di Siena Toti e quei reati "a fin di bene"

Toti e quei reati "a fin di bene"

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti di Gilberto Trombetta Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Gli ultimi dati del commercio estero cinese di Pasquale Cicalese Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Gli ultimi dati del commercio estero cinese

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard di Paolo Arigotti Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Thomas Piketty e il capitalismo finanziario di Michele Blanco Thomas Piketty e il capitalismo finanziario

Thomas Piketty e il capitalismo finanziario

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti