Gli Stati Uniti hanno sabotato l’accordo dell’ultimo minuto tra Ucraina e Russia

Gli Stati Uniti hanno sabotato l’accordo dell’ultimo minuto tra Ucraina e Russia

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

L’Ucraina e la Russia stavano per raggiungere un accordo poco prima dell’inizio dell’operazione militare russa. Gli Stati Uniti hanno sabotato quell’accordo.

Mehmet Perinçek ha fornito a United World International informazioni cruciali sull’inizio dell’operazione militare.

Perinçek ha spiegato che un giorno prima dell’inizio dell’operazione militare, i partecipanti al formato Normandia, Germania, Francia, Ucraina e Russia hanno tenuto una riunione. In questa riunione, la Russia ha chiesto all’Ucraina la neutralità nei confronti della NATO.

Perinçek ha dichiarato quanto segue:

C’è un dettaglio importante che contribuisce all’inevitabilità e all’inizio di questa operazione militare. I rappresentanti dell’Ucraina e della Russia si incontrano con gli altri partecipanti al Formato Normandia un giorno prima dell’inizio delle operazioni. Qui, la parte russa chiede all’Ucraina una dichiarazione di neutralità. L’Ucraina accetta questa richiesta. Ma appena un’ora dopo, cambiano idea e la rifiutano. Entro quest’ora, si osserva che contattano i rappresentanti degli Stati Uniti. E gli Stati Uniti impediscono all’Ucraina di dichiarare la neutralità”.

Perinçek ha continuato:

Questa è la ragione della posizione dura e intransigente che il presidente russo Putin mostra in seguito. Alla Russia è stata fatta una promessa, che viene cancellata un’ora dopo. Tutto quello che l’Ucraina doveva fare è dichiarare la neutralità, proprio come aveva fatto prima la Finlandia. Quando l’Ucraina ha rifiutato questa richiesta, l’operazione è iniziata”.


(Traduzione in italiano di Marx21.it)

Potrebbe anche interessarti

Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani di Giacomo Gabellini Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani

Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani

La fine di un mito: la Russia scudo dell'Occidente   di Bruno Guigue La fine di un mito: la Russia scudo dell'Occidente

La fine di un mito: la Russia scudo dell'Occidente

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare? di Alberto Fazolo Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare?

Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare?

Giorgetti e gli alfieri del vincolo esterno di Gilberto Trombetta Giorgetti e gli alfieri del vincolo esterno

Giorgetti e gli alfieri del vincolo esterno

Bocche tappate e i crimini (filo Nato) del Qatar in Libia e Siria di Michelangelo Severgnini Bocche tappate e i crimini (filo Nato) del Qatar in Libia e Siria

Bocche tappate e i crimini (filo Nato) del Qatar in Libia e Siria

La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo di Pasquale Cicalese La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo

La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

La nuova forma di psicologia del mondo digitale di Damiano Mazzotti La nuova forma di psicologia del mondo digitale

La nuova forma di psicologia del mondo digitale