Giorgia, l'autolesionista

Giorgia, l'autolesionista

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

di Vito Petrocelli*

Gennaio 2019: il 51,3% del gas consumato in UE arriva dalla Russia e il 48,7% da tutti gli altri Paesi fornitori.

A fine 2022 la quota di gas di provenienza russa scende al 12,9% e l’UE continua la ricerca di nuovi fornitori pagando prezzi più elevati e sostenendo nuove ingenti spese.

Questo perché il gas siberiano è sempre stato più economico, oltre che di “migliore qualità”, ma anche perché la diversificazione dei fornitori è un processo lungo e costoso, in quanto necessita di ingenti investimenti in nuove infrastrutture (gasdotti, navi gasiere, terminali GNL).

Mediamente il gas viene utilizzato in UE per oltre il 30% nella produzione di energia elettrica e calore, il 24% dalle famiglie, il 22,6% dall’industria, il 10,6% dal settore dei servizi e poco più dell'11% è destinato ad altri usi.

Nell’ultimo anno il gas russo (gasdotti e GNL) ha rappresentato quindi meno di un quarto delle importazioni di gas nell’UE, un altro quarto è giunto dalla Norvegia (24,93%) e l’11,6 % dall'Algeria. Le importazioni di GNL, Russia esclusa, (principalmente da USA, Qatar e Nigeria) sono state pari al 25,7%.

In più, tra gennaio e novembre 2022 sono stati importati dagli Stati Uniti quasi 50 miliardi di metri cubi di GNL, più del doppio rispetto a tutto il 2021 (oltre 22 miliardi di metri cubi).

 




L’autolesionismo europeo

E’ evidente che l’autolesionismo di gran parte dei governi europei sia cresciuto enormemente dall’inizio del conflitto russo-ucraino, diventando ormai leggendario. E tra i “Paesi alleati” che beneficiano di tanto autolesionismo ci sono soprattutto Stati Uniti e Norvegia.

Il governo italiano è sicuramente uno dei campioni di questo autolesionismo. Qualità peggiorata e prezzi cresciuti nell’ultimo anno con i nuovi arrivi da Algeria (+11,3%), Azerbaigian (+40%), Mare del Nord (+242%) e GNL dai rigassificatori di Livorno, La Spezia e Rovigo (+45,5%).

Scaroni, dal 2005 al 2014 amministratore delegato di ENI, dice in una intervista di oggi che “Sul gas comprato a Mosca avevo il via libera di Nato e governo”. Oggi l’autolesionista Giorgia ha ancora il via libera degli Usa e della Nato, per impoverire il Paese e trascinarlo in guerra. 

Poveri noi.


*Presidente Istituto Italia-Brics. Già presidente della Commissione Affari esteri del Senato

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse di Clara Statello La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Israele arranca – Salvo Ardizzone di Giacomo Gabellini Israele arranca – Salvo Ardizzone

Israele arranca – Salvo Ardizzone

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO) di Michelangelo Severgnini "L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza di Michele Blanco Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti