Austria e Grecia: multe pecuniarie a chi non si vaccina

Austria e Grecia: multe pecuniarie a chi non si vaccina

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Si passa al pagamento di un simil pizzo per chi rifiuta l'inoculazione di un siero sperimentale non efficace - a detta dai stessi padroni di Big Pharma - contro le nuove varianti?

In Austria il primo febbraio scatterà l'obbligo vaccinale e i "no vax irremovibili" potrebbero rischiare una multa da 3.600 euro che potrebbe addirittura essere raddoppiata in caso di inottemperanza.

Lo prevede una bozza del governo che oggi sta esaminando il disegno di legge per l'introduzione dell'obbligo vaccinale.

Una misura, secondo il ministro alla salute Wolfgang Mueckstein, "senza alternative" visto il "basso tasso" (circa il 70%) di vaccinati. L'obbligo dovrebbe escludere i bambini delle elementari. La ministra per gli affari Ue Karolina Edstadler ha precisato che l'ammontare della multa non è stato ancora fissato. 

La Grecia prevede invece di infliggere multe di 100 euro agli over 60 che rifiuteranno il vaccino. La multa dovrebbe scattare per tutti coloro che, avendo compiuto 60 anni, entro il 16 gennaio non avranno ancora prenotato la prima dose.
Lo riporta il sito di Ekathimerini citando il premier ellenico. 

"Tutti coloro di età superiore ai 60 anni che si rifiutano di ottenere un vaccino contro il coronavirus entro il 16 gennaio dovranno affrontare una multa mensile di 100 euro", ha annunciato martedì 30 novembre il primo ministro Kyriakos Mitsotakis. La sanzione verrà addebitata automaticamente dall'Autorità Indipendente per le Entrate Pubbliche.

Agghiaccianti anche le dichiarazioni che provengono dalla Germania: "E' chiaro quello che deve succedere: i contatti devono essere ridotti, la regola del 2G deve essere applicata al livello federale in modo vincolante per tutti i luoghi della vita pubblica", in pratica serve "un lockdown per i non vaccinati", ha dichiarato (in un'intervista a Zdf) il futuro ministro tedesco dell'Economia Robert Habeck in vista della riunione di oggi tra Angela Merkel, Olaf Scholz e i governatori dei 16 Laender.

Tutto questo mentre la narrazione infodemica tiene a specificare (Tg1) come le situazioni di minore risposta alle imposizioni vaccinali si stiano registrando negli Stati che precedentemente erano "comunisti, per cui hanno meno fiducia nelle istituzioni". 

Agata Iacono

Agata Iacono

Sociologa e antropologa

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista di Francesco Erspamer  Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Sa(n)remo arruolati in guerra di Giorgio Cremaschi Sa(n)remo arruolati in guerra

Sa(n)remo arruolati in guerra

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?   di Bruno Guigue Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'(ancien) Regime di Antonio Di Siena L'(ancien) Regime

L'(ancien) Regime

I libici assaltano il complesso dell'Eni a Zuwara di Michelangelo Severgnini I libici assaltano il complesso dell'Eni a Zuwara

I libici assaltano il complesso dell'Eni a Zuwara

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano di Pasquale Cicalese Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente di Damiano Mazzotti Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente