Provocazione contro USB: Carabinieri nella sede di Roma alla ricerca di armi

Provocazione contro USB: Carabinieri nella sede di Roma alla ricerca di armi

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Quello che è successo questa mattina è davvero inaudito. Inutile dire non ci si meraviglia più di nulla. Sarebbe solo un atteggiamento passivo.

Una sede sindacale perquisita dai carabinieri è un atto intimidatorio, fascista. L’Usb è un sindacato che si batte alla luce del sole e credere che possa avere delle armi nella sua sede è qualcosa di indegno.

Se queste sono le forze dell’ordine che agiscono in seguito ad una telefonata anonima la dica lunga in che mani stiamo.

Nei video che potete vedere sul sito dell'USB, il carabiniere tiene a precisare che chi ha fatto la segnalazione, se l’esito della perquisizione non dovesse accertare la presenza di armi, sarà denunciato. Ora anche la persona più sprovveduta pone una domanda: Quando c’è una telefonata anonima alle forze dell’ordine si fa un minimo di accertamento? Tipo da dove parte la chiamata ed identificare almeno chi segnala? Altrimenti qui chiunque può fare una telefonata anonima e segnalarlo come terrorista, mafioso e via dicendo.

Intanto, pubblichiamo il comunicato dell’Unione sindacale di base sui gravi fatti di questa mattina e ribadiamo la nostra incondizionata solidarietà a questa organizzazione sindacale, pur con delle divergenze di posizione, riconosciamo le sue battaglie in questi anni contro lo sfruttamento, il precariato, il salario minimo, per una Sanità pubblica ed efficiente, per la lotta alla casa, come le ultime per la pace con l’organizzazione dei blocchi al porto di Genova alle navi con le armi dirette in Ucraina.

Segue Comunicato Usb

Unione Sindacale di Base denuncia con forza l’inaudita irruzione dei carabinieri nella sede nazionale del sindacato, in via dell’Aeroporto a Roma. I militari pretendono di effettuare una perquisizione alla ricerca di armi, in seguito a una segnalazione telefonica.

Un pretesto evidentemente e totalmente risibile per lanciare un messaggio al sindacato che in questo momento dà evidentemente fastidio ai palazzi del potere.

USB ha immediatamente attivato i propri avvocati e lancia un appello alla solidarietà contro la provocazione messa in atto.

Non ci fermeranno

Unione Sindacale di Base

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Usa-Italia: 3 imposizioni coloniali che forse non conosci di Francesco Erspamer  Usa-Italia: 3 imposizioni coloniali che forse non conosci

Usa-Italia: 3 imposizioni coloniali che forse non conosci

Ucraina, Draghi come Badoglio di Giorgio Cremaschi Ucraina, Draghi come Badoglio

Ucraina, Draghi come Badoglio

Quando l'Alto Adige poteva diventare il "Donbass italiano" di Francesco Santoianni Quando l'Alto Adige poteva diventare il "Donbass italiano"

Quando l'Alto Adige poteva diventare il "Donbass italiano"

Informazione e democrazia: possiamo dare lezioni ai russi? di Savino Balzano Informazione e democrazia: possiamo dare lezioni ai russi?

Informazione e democrazia: possiamo dare lezioni ai russi?

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Bugie sulla sicurezza dei vaccini Usa di Alberto Fazolo Bugie sulla sicurezza dei vaccini Usa

Bugie sulla sicurezza dei vaccini Usa

L'attacco al salario e il golpe del 1992 di Pasquale Cicalese L'attacco al salario e il golpe del 1992

L'attacco al salario e il golpe del 1992

DI VINCOLO ESTERNO SI MUORE: IN MEMORIA DI ALDO MORO di Gilberto Trombetta DI VINCOLO ESTERNO SI MUORE: IN MEMORIA DI ALDO MORO

DI VINCOLO ESTERNO SI MUORE: IN MEMORIA DI ALDO MORO

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti