"Prima di parlare di diritto si impongano auto-sanzioni per la Jugoslavia e Iraq"

"Prima di parlare di diritto si impongano auto-sanzioni per la Jugoslavia e Iraq"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Prima di pronunciare la parola "diritto", gli Usa "si autopuniscano con sanzioni per quello che hanno fatto contro la Jugoslavia e l'Iraq" , così come per i "morti e mutilati" di tutto il mondo, ha dichiarato la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakhárova, in relazione ai piani del Paese nordamericano di introdurre nuove sanzioni contro la Russia.

La portavoce della Casa Bianca Jen Psaki, ieri, ha annunciato che l'incontro a Ginevra tra il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il suo omologo russo, Vladimir Putin, non ha portato "alcun cambiamento" nella politica delle sanzioni anti-russa Washington. 

Secondo Psaki, la "legge richiede" che la Casa Bianca continui a contemplare nuove restrizioni contro la Russia legate all'uso di armi chimiche.

"Gli Stati Uniti hanno iniziato a vivere secondo le leggi molto tempo fa? Il modo in cui agiscono nell'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche non è soggetto ad alcuna legge: totale illegittimità. Primo, che siano puniti con sanzioni per la Jugoslavia e l'Iraq, per i milioni di morti e mutilati. E allora sarà possibile pronunciare la parola 'legge'", ha scritto Zakhárova sul suo canale Telegram.

La Russia ha sempre risposto, in modo logico e conforme alla legge, all'imposizione di sanzioni illegali da parte degli Stati Uniti, ha aggiunto la portavoce russa.

Da parte sua, il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti Jake Sullivan ha anche ribadito che gli Stati Uniti stanno preparando ulteriori sanzioni contro la Russia in risposta al presunto avvelenamento dell'oppositore Alexei Navalny. 

Secondo Sullivan, le autorità statunitensi continueranno anche a imporre sanzioni contro le società russe coinvolte nella costruzione del gasdotto Nord Stream 2.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan... di Francesco Santoianni Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

30 anni di pagliacci. E' il lavoro la misura di ogni cosa di Pasquale Cicalese 30 anni di pagliacci. E' il lavoro la misura di ogni cosa

30 anni di pagliacci. E' il lavoro la misura di ogni cosa

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo di Gilberto Trombetta Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo

Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli di Michelangelo Severgnini A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli