Modena, 14 maggio, Premio Stefano Chiarini. La Palestina nel cuore. A 40 anni da Sabra e Chatila

Modena, 14 maggio, Premio Stefano Chiarini. La Palestina nel cuore. A 40 anni da Sabra e Chatila

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Riceviamo e Pubblichiamo

La 13° edizione del Premio Internazionale Stefano Chiarini anche quest'anno avrà un’anteprima: venerdì 13 maggio alle 21.00 presso “Spazio Nuovo” sito a Modena, Viale IV Novembre 40B, verrà presentato da Paola Caridi, saggista e giornalista, e Stefania Limiti, giornalista professionista, il libro “Gerusalemme senza Dio – Ritratto di una città crudele”.

 L'evento proseguirà poi, sempre a Modena, il giorno successivo, sabato 14 maggio, presso “La Tenda” via Monte Kosica (a partire dalle ore 15.00). Il Premio, dedicato alla figura del giornalista del Manifesto Stefano Chiarini prematuramente scomparso, si propone di istituire un riconoscimento all’impegno sul tema del Medio Oriente e in particolare della Palestina, con una speciale attenzione per il mondo dei media e della cultura.

Al suo interno, inoltre, è stato anche istituito un Premio dedicato a Maurizio Musolino, giornalista, grande esperto di Medio Oriente e co-fondatore dell’associazione “Per non dimenticare Sabra e Chatila”, deceduto dopo una breve malattia nel 2016.

 L'iniziativa pubblica sarà caratterizzata, oltre che da momenti musicali, da riflessioni sul mondo del volontariato nei campi profughi palestinesi in Libano e nei Territori Occupati, con la premiazione, alla presenza di numerosi ospiti internazionali in ambito letterario e giornalistico, del giornalista o artista che ha contributo a far conoscere, a livello nazionale e internazionale, la realtà della vita nei Territori Occupati, senza rimuovere le responsabilità della politica internazionale nei riguardi della questione israelo-palestinese e della situazione umanitaria in Palestina.

Quest'anno il Premio Stefano Chiarini sarà attribuito alla scrittrice, saggista e giornalista Paola Caridi. Socia dell’Istituto Affari Internazionali, si occupa da oltre vent’anni di storia politica contemporanea del mondo arabo. Fondatrice e Presidente di Lettera22, è stata corrispondente dal Cairo dal 2001 al 2003 e da Gerusalemme per i successivi dieci anni. Cura dal 2008 il blog invisiblearabs.com.

Il Premio Maurizio Musolino sarà invece attribuito a Gianluca Foglia “Fogliazza”, narratore teatrale, illustratore, fumettista, blogger, vignettista e autore satirico. Da anni è impegnato nel Teatro Civile con progetti sulla memoria e in particolare sulla Resistenza, tra i quali ricordiamo nel 2008 “Memoria Indifferente – le Donne della Resistenza”, nel 2012 “Ribelli come il Sole” e nel 2014 “Officine Libertà”. Nell’autunno 2018 ha portato in scena la vita di Vittorio Arrigoni con lo spettacolo “Vittorio - restiamo umani”, narrazione con disegno e musica. Ha inoltre curato le illustrazioni del libro “Storia di una bambina farfalla di Gaza”.

Il Premio è un evento che richiama non solo numerose personalità internazionali e nazionali ma anche la partecipazione attiva di volontari e cittadini modenesi che, con il loro impegno sul tema del Medio Oriente e in particolare della Palestina, vogliono volgere una speciale attenzione a quanto sta accadendo in quella parte importante di mondo.

Parteciperanno inoltre all'evento:

Bassam Saleh, giornalista e presidente dell’associazione “Amici dei prigionieri palestinesi”;

la dott.ssa Tina Marinari, coordinatrice delle campagne per Amnesty International Italia;

l’avv. Fausto Gianelli, dei Giuristi Democratici;

Wisal MS Abualia, giornalista palestinese di Ramallah;

il dott. Vincenzo Stefano Luisi, presidente del PCRF;

Barbara Gagliardi, dell’associazione “Amicizia Italia-Palestina";

Ingrid Rumpf, presidente dell’associazione “Refugee Children in Libano”.

Nel corso dell'iniziativa sono previsti interventi musicali a cura del Gruppo Nazionale Giovani Palestinesi con canti e dabka.

Chiediamo, a chi fosse interessato a partecipare ai due eventi, di segnalarci la sua adesione e, in particolare, se intende partecipare, sabato sera al termine del Premio, alla cena di solidarietà per finanziare i progetti nei campi profughi palestinesi in Libano.

Associazione "Per non dimenticare" odv Info e prenotazioni:

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

La Nato va ufficialmente alla terza guerra mondiale di Giorgio Cremaschi La Nato va ufficialmente alla terza guerra mondiale

La Nato va ufficialmente alla terza guerra mondiale

Il Liquidatore entra nella fase finale di Savino Balzano Il Liquidatore entra nella fase finale

Il Liquidatore entra nella fase finale

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

L'inflazione come strumento della lotta di classe di Gilberto Trombetta L'inflazione come strumento della lotta di classe

L'inflazione come strumento della lotta di classe

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti