Lavrov: "La partnership strategica con l'India è una priorità chiave della politica estera russa"

Lavrov: "La partnership strategica con l'India è una priorità chiave della politica estera russa"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Dal 2 gennaio la nostra pagina Facebook subisce un immotivato e grottesco blocco da "fact checker" appartenenti a testate giornalistiche a noi concorrenti. Aiutateci ad aggirare la loro censura e iscrivetevi al Canale Telegram de l'AntiDiplomatico

La cooperazione strategica con l'India è uno dei punti chiave della politica estera russa, ha affermato oggi il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov durante l'incontro con il suo omologo indiano Subrahmanyam Jaishankar.

"Stiamo sviluppando una partnership strategica con New Delhi. È una delle priorità chiave della politica estera russa", ha ricordato il ministro degli Esteri russo, arrivato ieri nella capitale indiana. Lavrov ha sottolineato che l'uguaglianza e la fiducia reciproca sono alla base delle relazioni bilaterali.

Pagare il gas russo in rubli è "onesto". Nuove condizioni "sono accettabili" per l'Occidente

Le condizioni del decreto che prevede il pagamento in rubli per le forniture di gas russo alle nazioni "ostili", firmato ieri da Vladimir Putin, "sono accettabili per i paesi occidentali", ha ricordato Lavrov.

Ha aggiunto che “lo schema presentato è uno schema onesto. Ci consente di ricevere pagamenti in rubli, alla fine, e questo era l'obiettivo originale", citando la "mancanza di fiducia nei confronti dell'Occidente" come motivo della decisione del governo russo di addebitare nella tua valuta nazionale.

"È che ci pagano in una valuta [euro o dollari] e poi ci congelano i conti", ha precisato il capo della diplomazia russa. In tal senso, ha ribadito che Mosca ha iniziato "molti anni fa" a muoversi verso l'uso delle valute nazionali nei suoi scambi commerciali con altri paesi, come l'India e la Cina, per fare a meno del dollaro.

"Non vogliamo dipendere da un sistema i cui padroni possono rubarti i soldi dall'oggi al domani."

"Non vogliamo dipendere da un sistema che potrebbe essere chiuso in qualsiasi momento. Non vogliamo dipendere da un sistema i cui padroni possono rubarvi i soldi dall'oggi al domani", ha spiegato Lavrov, prevedendo che l'andamento dei pagamenti in valute nazionali "diventerà più forte".

In seguito al blocco dell'accesso della Russia alle piattaforme di regolamento in dollari ed euro sotto le sanzioni occidentali, Mosca e Nuova Delhi hanno intensificato i loro sforzi per lanciare un sistema di pagamento in rubli e rupie che fungesse da alternativa al meccanismo internazionale SWIFT negli affari bilaterali.

Lavrov ha assicurato che Mosca sarà disposta a inviare all'India "qualsiasi prodotto voglia acquisire" e che troverà "un modo per superare gli ostacoli artificiali creati dalle sanzioni unilaterali illegali dell'Occidente".

La politica dell'Occidente nei confronti della Russia "è un segnale" per il mondo intero

Secondo Lavrov, l'attuale politica delle nazioni occidentali nei confronti della Russia "è un segnale per tutti noi". "Ora, come vedete, negli ultimi due anni tutti i tentativi dell'Europa di aspirare a una sorta di indipendenza, di autonomia strategica, sono stati definitivamente fermati dagli USA, e le poche voci che escono dalla Francia, in particolare, non decidono più nulla. La Germania ha pienamente accettato di essere un alleato degli Stati Uniti, seguendo ciecamente il percorso degli Stati Uniti".

"Tutto questo viene fatto per ricreare un mondo unipolare e proclamare questo processo come una lotta delle democrazie contro le autocrazie. Ma quando queste democrazie si sono unite in questo modo con Washington al timone, sono diventate collettivamente un'autocrazia sullo scenario internazionale e si stanno professando permissivi con se stessi", ha concluso.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan... di Francesco Santoianni Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

30 anni di pagliacci. E' il lavoro la misura di ogni cosa di Pasquale Cicalese 30 anni di pagliacci. E' il lavoro la misura di ogni cosa

30 anni di pagliacci. E' il lavoro la misura di ogni cosa

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo di Gilberto Trombetta Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo

Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli di Michelangelo Severgnini A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti