Kollateral. I brevi documentari di chi ha sfidato le misure anti-pandemiche approda in Italia

Kollateral. I brevi documentari di chi ha sfidato le misure anti-pandemiche approda in Italia

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Riceviamo e pubblichiamo. 

 

--------------------------

 

KOLLATERAL. Una serie di documentari brevi, targati OVALmedia, che raccontano come le misure anti pandemiche abbiano sconvolto la vita delle persone e come queste stiano provando a resistere organizzandosi.

La serie, iniziata in Germania, ora è approdata in Italia.

Le misure anti-pandemiche sono comuni e dunque comprensibili e condivisibili anche i problemi che ne derivano.

"La mamma" è il primo episodio italiano, il secondo si intitola "L´attivista" per la regia di Nathalie Signorini. Sono Oksana e Linda: due donne con due storie intrecciate. La prima a Modena ha perso la figlia sedicenne a causa della seconda dose di Pfizer. La sua unica ragione di vita è diventata quella di dimostrare la correlazione tra la morte della sua Giulia e la vaccinazione. Nella seconda storia c’è Linda che senza avere mai incontrato Oksana, conosciuta su FB, va alle manifestazioni a Roma in sua vece, perché è mamma anche lei e perché Giulia è diventata per lei il simbolo di un’epoca assurda e senza senso.

L´idea della serie è quella di dare una rappresentazione plastica di chi da due anni è escluso dal racconto filmico televisivo e cinematografico. Nelle storie raccontate chiunque abbia patito le misure anti pandemiche si può ritrovare o può riconoscere qualcosa che lo/la riguarda.  Non bastano analisi e disamine poltico-filosofiche o controinformazione, se pur necessarie e fondamentali, c'è bisogno anche di un racconto più intimo di quelle sofferenze e di quelle difficoltà pratiche e psicologiche che tanti più o meno hanno vissuto e stanno vivendo. Finalmente si narra del disorientamento, del dolore e della solitudine di ciascuno, delle fratture familiari, delle separazioni dagli amici, di tutto ciò che si è incrinato dopo che il mondo è caduto nella paranoia sanitaria, oltre che di drammi irreversibili come quello di Giulia. In ogni finale però si dà conto anche della strenua resistenza, della voglia di aiutare e di unirsi. Per questo in calce a ogni episodio italiano c’è l’invito di Giorgio Agamben a creare “una comunità di amici e vicini” nella società “dell´inimicizia e della distanza”.


Questi i due episodi:

 

 

 (Trovate KOLLATERAL su www.oval.media)

28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO di Giorgio Cremaschi 28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO

28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO

Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'" di Marinella Mondaini Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'"

Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'"

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Buoni a nulla di Alberto Fazolo Buoni a nulla

Buoni a nulla

"Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda di Giuseppe Masala "Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda

"Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi di Damiano Mazzotti Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi

Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire di Antonio Di Siena Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire

Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire

VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA di Gilberto Trombetta VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA

VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA

Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo di Michelangelo Severgnini Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo

Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti