India, il Kerala dimostra come il socialismo reale costruisce una società più giusta

India, il Kerala dimostra come il socialismo reale costruisce una società più giusta

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

La coalizione animata dal CPI-M (Partito Comunista dell'India-Marxista) ha ottenuto un secondo mandato consecutivo vincendo le elezioni nello Stato del Kerala.

 Dalla loro prima vittoria nel 1957, i comunisti hanno combattuto per trasformare questo Stato in 33 milioni di abitanti nella vetrina sociale dell'India.

Il Kerala va visitato per capirlo. Non è un eldorado, certo, ma è lo Stato che ha l'Indice di Sviluppo Umano più alto di tutti gli Stati indiani.

Vi sono quasi 3000 istituti medici, pari al 20 % di tutti gli istituti indiani. Grazie a un sistema sanitario universale e gratuito, l'aspettativa di vita raggiunge i 77 anni, la media indiana è di 68 anni.

Il 95 % dei parti avviene in ospedale, permettendo di abbassare notevolmente la mortalità infantile. Tutti gli alloggi hanno elettricità e sono dotati di sanitari, che non è così nel resto del paese.

L'istruzione è gratuita e obbligatoria e il tasso di alfabetizzazione è pari al 92 % per le donne e al 96% maschile, contro il 48 % femminile e il 60 % per gli uomini India. Le donne kerasi sono in prima fila nelle lotte sociali, e la ministra della Salute è stata recentemente premiata dall'OMS per la sua azione contro la pandemia.

Quando la metropolitana di Kochi è stata messa in servizio, le autorità hanno deciso che i 900 posti di lavoro così creati sarebbero stati riservati alle donne.

Nonostante le bugie della propaganda anticomunista, la violenza nevrotica della destra nazionalista e la corruzione generalizzata, la coalizione progressista al potere, rinnovata per altri cinque anni, proseguirà la sua opera.

Come a Cuba, Cina e Vietnam, il socialismo reale costruisce passo dopo passo una società più giusta dove un capitalismo sfrenato lascia solo rovine.

Per quanto riguarda i puristi della rivoluzione permanente per i quali l'aspettativa di vita e il tasso di scolarizzazione mancano di romanticismo, lasciamo che guardino i treni.

Bruno Guigue

Bruno Guigue

Ex funzionario del Ministero degli Interni francese, analista politico, cronista di politica internazionale; Docente di Relazioni internazionali e Filosofia. Fra le sue pubblicazioni, segnaliamo: Aux origines du conflit israélo-arabe: l'invisible remords de l'Occident, 1999; Faut-il brûler Lénine ?, 2001; Économie solidaire: alternative ou palliatif ?, 2002; Les raisons de l'esclavage, 2002; Proche-Orient: la guerre des mots, 2003; Chroniques de l'impérialisme, 2017. Il suo ultimo libro si intitola Philosophie politique, un percorso critico, in 354 pagine, della filosofia politica occidentale, da Platone a Badiou passando per gli immancabili Machiavelli, Spinoza, Rousseau, Hegel e Marx.

 

Potrebbe anche interessarti

Cosa aspetti Landini che ripristinano le corporazioni? di Paolo Desogus Cosa aspetti Landini che ripristinano le corporazioni?

Cosa aspetti Landini che ripristinano le corporazioni?

Omicidio Adil Belakhdim. Padroni assassini, governo complice di Giorgio Cremaschi Omicidio Adil Belakhdim. Padroni assassini, governo complice

Omicidio Adil Belakhdim. Padroni assassini, governo complice

Mascherine all'aperto. Nel Cts c'è chi sfida ancora l'ovvietà di Francesco Santoianni Mascherine all'aperto. Nel Cts c'è chi sfida ancora l'ovvietà

Mascherine all'aperto. Nel Cts c'è chi sfida ancora l'ovvietà

Per chi si era illuso per il vertice di Ginevra di Marinella Mondaini Per chi si era illuso per il vertice di Ginevra

Per chi si era illuso per il vertice di Ginevra

L'UE vuole il "Fauci europeo" per le prossime pandemie... di Giuseppe Masala L'UE vuole il "Fauci europeo" per le prossime pandemie...

L'UE vuole il "Fauci europeo" per le prossime pandemie...

Cina sotto attacco della Open Ran Policy Coalition  di  Leo Essen Cina sotto attacco della Open Ran Policy Coalition 

Cina sotto attacco della Open Ran Policy Coalition 

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti