Il vaccino Covid o la scuola. Figliuolo passa il Rubicone

Il vaccino Covid o la scuola. Figliuolo passa il Rubicone

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il generale Figliuolo ha sentenziato: “Portate i figli a vaccinarsi per tornare in classe”.

Il commissario per l'emergenza Coronavirus, il generalissimo Francesco Paolo Figliuolo, si rivolge ai genitori e chiede di portare a vaccinare i propri figli in vista del rientro a scuola: 

"Per il benessere del bambino è importante la scuola in presenza. Per far ciò bisogna portare a vaccinare gli insegnanti, il personale docente e non, ma anche i genitori devono portare i propri figli dai 12 anni in su a vaccinarsi".

 

Estendere il #greenpass, (praticamente l'obbligo vaccinale), ai bambini è una tra le scelte più scellerate che si possa fare.

Ecco perché:

 

1. I bambini corrono rischi bassissimi di ammalarsi a causa del covid.

Uno degli studi più ampi condotti da università inglesi ha dimostrato che un bambino ogni 50.000 rischia di finire in terapia intensiva e che solo 2 bambini ogni milione rischiano di morire di Covid.
(Fonte: BBC).

 

2. Ad oggi il vaccino ai soggetti in età pediatrica non è accessibile neppure in tutti gli Stati Europei:  ad esempio la Germania non lo ha autorizzato e neppure il Regno Unito lo ha adottato.

 

3. L'organizzazione mondiale della sanità non ha dato indicazioni chiare, anzi:
"Sono necessarie ulteriori prove sull'uso dei diversi vaccini COVID-19 nei bambini per poter formulare raccomandazioni generali sulla vaccinazione dei bambini contro il Covid19".
(https://www.who.int/emergencies/diseases/novel-coronavirus-2019/covid-19-vaccines/advice?fbclid=IwAR3852oIB-9HuFx703WpIqFQl1gPtZDahlBdpc2vQZfOq0y4YL39yRR88fU)

 

4. Sono stati riconosciuti casi di miocarditi e pericarditi in età pediatrica con correlazione diretta al vaccino. Questi casi, inizialmente ignorati, sono stati poi ufficialmente riconosciuti dall'Aifa (luglio 2021)

 

5. Nei trial 86% dei bambini ha avuto reazioni avverse 
FONTE

 

6. Nonostante L'Istituto Superiore della Sanità non fornisca dati per la fascia pediatrica (!) ma solo nella fascia 12-39, i decessi in quella fascia sono solo 3 su 13 milioni di persone.

 

A fronte di tutte queste evidenze, come minimo contrastanti, sull'opportunità di vaccinare i bambini, rispetto ai quali il criterio di valutazione rischi-benefici rileva decisamente la portata dei rischi,  cosa decide il Governo italiano? 
GreenPass obbligatorio dai 12 anni.

Vediamo cosa comporta questa decisione, con alcuni esempi.

Il bambino di età superiore a 12 anni non vaccinato non potrà fare attività sportiva, aggregativa, partecipare ad eventi pubblici o ricreativi, non potrà neppure fare la prima comunione o la cresima né festeggiare il compleanno con i coetanei.

Non potrà viaggiare con i genitori (anche se vaccinati) né partecipare a cene in ristoranti con loro. Non potrà andare con loro al cinema, né al teatro.

Non potrà frequentare parchi gioco o tematici, non potrà neppure andare al bioparco. 

Resterà a casa, condannato alla emarginazione sociale, destinato a saturare i reparti di neuropsichiatria infantile, già pieni di bambini che tentano il suicidio.

Sarà il paria a scuola, isolato da tutti, non potrà mangiare un panino insieme ai compagni di classe.

Qual è la narrazione di regime che giustifica la vaccinazione dei bambini anche se corrono solo rischi e non hanno benefici?

"I bambini contribuiscono alla diffusione del virus", quindi devono essere vaccinati.

Ovviamente l'argomentazione è priva di logica poiché gli anziani e gli adulti "fragili" si sono già protetti col vaccino proprio dagli "untori" bambini e giovanissimi, da chi il vaccino non può farlo.

Quindi, perché?

Di fatto quello che si sta dicendo è questo: si accetta il rischio nei bambini per il bene superiore della comunità. Sostanzialmente quindi si sacrificano i bambini per la comunità, esattamente come in un rito pagano di antica memoria.

Questa è la deriva ultima di una società ormai disumanizzata, totalmente asservita alla logica dell'interesse neoliberista.

Ai genitori è posta questa infame scelta: o sacrificare i figli al Moloch della Scienza per la comunità o condannarli all'esclusione sociale. Ovviamente, una scelta "libera".

Se ogni ciclo storico, economico, culturale, si sviluppa in fasi, allora questo è il più aggressivo decadentismo che la Storia dell'umanità abbia mai conosciuto....

(Ringrazio per gli spunti e le fonti la mia preziosa musa pirandelliana "Vitangelo Moscarda").

Salviamo i bambini.
Almeno...

Agata Iacono

Agata Iacono

Sociologa, antropologa, giornalista certificata Wrep Blockchain

Cuba e i numeri Covid   di Francesco Santoianni Cuba e i numeri Covid

Cuba e i numeri Covid

Nuove punte di folle russofobia del Parlamento europeo di Marinella Mondaini Nuove punte di folle russofobia del Parlamento europeo

Nuove punte di folle russofobia del Parlamento europeo

I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina   di Bruno Guigue I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina

I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina

Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass di Thomas Fazi Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass

Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass

Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio? di Giuseppe Masala Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio?

Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio?

Recovery Fund, è lotta di classe... e la continuano a vincere loro! di Pasquale Cicalese Recovery Fund, è lotta di classe... e la continuano a vincere loro!

Recovery Fund, è lotta di classe... e la continuano a vincere loro!

Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia di Gilberto Trombetta Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia

Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti