Il presidente colombiano Gustavo Petro: "Guaidó è un'ombra, non esiste"

Il presidente colombiano Gustavo Petro: "Guaidó è un'ombra, non esiste"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Arriva l’ennesimo colpo alla residua credibilità del burattino golpista Juan Guaidò come presidente incaricato del Venezuela. 

Il presidente della Colombia, Gustavo Petro, ha definito "inesistente" il presunto leader dell'opposizione venezuelana Juan Guaidó, che si era autoproclamato presidente nel 2019. Il capo di Stato colombiano ha aggiunto che il golpista al soldo di Washingtn "non ha il controllo del Venezuela". 

Queste osservazioni sono state fatte dal presidente colombiano in un'intervista alla rivista Semana, in risposta a questa precisa domanda: "Cosa prova quando chiamano Juan Guaidó presidente?”.

"È come la caverna nella Repubblica di Platone: c'è una metafora che è quella della caverna; è una proiezione di ombre su uno sfondo attraverso la luce; è ciò che Platone ha mostrato alla gente molto tempo fa", ha detto, e ha continuato a spiegare: “Potete osservare come queste ombre si muovono, ma sono irreali", ha sottolineato il neoeletto presidente colombiano. 

Petro poi continua così: "Da lì è nata un'intera corrente filosofica: l'idealismo platonico. L'amore platonico è nato come concetto di questo, cioè inesistente". 

Ormai da un pezzo la farsa Guaidò è mestamente terminata, e il golpista riveste la posizione di presidente incaricato solo nelle fantasie di qualche vassallo irriducibile di Washington visto che gli stessi Stati Uniti quando devono discutere di cose serie e concrete mandano propri emissari dall’unico legittimo presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Nicolas Maduro. 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

L’Iran come la Siria nel 2011? di Francesco Santoianni L’Iran come la Siria nel 2011?

L’Iran come la Siria nel 2011?

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE di Marinella Mondaini L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso" di Antonio Di Siena Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva? di Michelangelo Severgnini Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo di Paolo Pioppi Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra