"Dovevo dire che era grave". La dottoressa che ha scoperto Omicron svela la pressione subita dai governi europei

"Dovevo dire che era grave". La dottoressa che ha scoperto Omicron svela la pressione subita dai governi europei

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Dal 2 gennaio la nostra pagina Facebook subisce un immotivato e grottesco blocco da "fact checker" appartenenti a testate giornalistiche a noi concorrenti. Aiutateci ad aggirare la loro censura e iscrivetevi al Canale Telegram de l'AntiDiplomatico

 

 

Questa notizia deve deve essere diffusa il più possibile, anche se sappiamo che il mainstream cercherà di occultarla, perché è la notizia che distrugge qualsiasi tentativo di prolungare un’emergenza che ormai non ha più ragione di esistere, che sbugiarda la gestione della pandemia, usando come pretesto la variante omicron.

Angelique Coetzee è il medico che ha individuato la variante Omicron in Sud Africa ed è la presidente dell'associazione dei medici sudafricani.

Denuncia di aver subito pressioni da governi e agenzie internazionali affinché non rivelasse che tale variante causa sintomi lievi.

In una intervista bomba rilasciata a ‘The Daily Telegraph’, la dottoressa  Angelique Coetzee, che ha trattato i primi pazienti con la nuova variante, ha ribadito che la sintomatologia riscontrata con Omicron è completamente diversa dai pazienti Covid contagiati dalle varianti precedenti. 

"Mi è stato detto di non dichiarare pubblicamente che si trattava di una condizione lieve. Mi è stato chiesto di astenermi dal fare tali dichiarazioni e di dire che si trattava di una malattia grave. Ho rifiutato”.

La dottoressa Coetzee ha quindi affermato di avere "paura" che i suoi sforzi vengano screditati con manovre oscure dietro le quinte. 

Omicron provoca una malattia grave?: ”Ho dichiarato molte volte già in precedenza che se hai una malattia grave, non sei vaccinato e hai comorbidità, ma per la maggior parte delle persone è una malattia lieve. Sono io che vedo i pazienti in prima persona, non i politici”. 

"Se una caratteristica clinica dimostra che ho torto, allora mi scuserò".

Nonostante le fortissime pressioni subite da potenze straniere, la dottoressa Coetzee ha detto che "rimarrà fedele alle sue idee".

"Non cederò alle pressioni e non mi faccio intimidire facilmente”, ha aggiunto.

Sulla variante omicron e sulla sua letalità è stato creato il terrore, è stata costruita tutta la campagna vaccinale con terza dose, obbligatoria per i lavoratori, per avere il super green pass, per vaccinare i bambini, per instaurare un clima di odio e discriminazione da regime totalitario, per distruggere tutto il tessuto socioeconomico.

D’altronde la dottoressa Coetzee non è la prima scienziata a finire sotto attacco. Nel dicembre dello scorso anno sono emerse le e-mail di Antonhy Fauci e Francis Collins, dove i due importanti medici statunitensi coordinavano la strategia mediatica per attaccare la Dichiarazione di Great Barrington, un progetto che vedeva alcuni tra i migliori epidemiologi a livello mondiale, esortare i responsabili politici ad adottare un approccio "mirato" contro il Covid, evitando così inutili lockdown, obblighi vaccinali, passaporti sanitari come l’italico green pass, e discriminazioni inutili e vessatorie. 

 

Dal 2 gennaio la nostra pagina Facebook subisce un immotivato e grottesco blocco da "fact checker" appartenenti a testate giornalistiche a noi concorrenti. Aiutateci ad aggirare la loro censura e iscrivetevi al Canale Telegram de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa di Giorgio Cremaschi Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

No Tav, Green Pass e prospettive comuni di Francesco Santoianni No Tav, Green Pass e prospettive comuni

No Tav, Green Pass e prospettive comuni

La decadenza finale dell'occidente (con un intruso) di Marinella Mondaini La decadenza finale dell'occidente (con un intruso)

La decadenza finale dell'occidente (con un intruso)

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

La finanza si "aspetta un terremoto" di Pasquale Cicalese La finanza si "aspetta un terremoto"

La finanza si "aspetta un terremoto"

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Nell'Italia che vorrei... di Gilberto Trombetta Nell'Italia che vorrei...

Nell'Italia che vorrei...

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO di Michelangelo Severgnini La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti