Xi Jinping e il marxismo del XXI secolo: la comunità umana con un futuro condiviso

Xi Jinping e il marxismo del XXI secolo: la comunità umana con un futuro condiviso

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

di Daniele Burgio, Massimo Leoni e Roberto Sidoli

 

Il processo di elaborazione del marxismo del Ventunesimo secolo, imperniato principalmente sul pensiero di Xi Jinping, ha prodotto un nuovo tassello del suo articolato mosaico con la dialettica tra “la visione di costruire una comunità umana con un futuro condiviso” e le “tre iniziative di carattere globale”, aventi per oggetto:

-          La stabilità e pace per tutto il globo;

-          Il processo di accumulo della ricerca culturale dei diversi popoli.


LEGGI IL PENSIERO DI XI COME MARXISMO DEL XXI SECOLO




Le tre iniziative globali, interconnesse tra loro, come sostiene il partito comunista cinese “incapsulano le posizioni, i punti di vista e i metodi del marxismo e mostrando caratteri teorici salienti”, venendo “sostenute dal materialismo dialettico e storico”: materialismo dialettico e storico tanto spesso invece dimenticati, più o meno completamente, da buona parte dei marxisti occidentali.

Utilizziamo rispetto a questa importante tematica il saggio di Liu Jianchao pubblicato dal Quotidiano del Popolo di Pechino il 7 settembre 2023, intitolato Promuovere una comunità umana con un futuro condiviso.

“Nel marzo di quest’anno, Xi Jinping, segretario generale del Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese, ha proposto l’Iniziativa di Civiltà Globale all’incontro di alto livello del PCC in dialogo con i partiti politici mondiali. La GCI è stata la terza iniziativa globale da lui proposta per promuovere l’unità organica globale dopo la Global Development Initiative e la Global Security Initiative, al fine di costruire una comunità umana con un futuro condiviso.

L’unità, seguendo la tendenza del progresso umano e in risposta ai cambiamenti senza precedenti nel mondo, indica la direzione in cui dovrebbe andare il mondo, che ora si trova a un bivio. Si tratta di un nuovo sviluppo del pensiero di Xi Jinping sulla diplomazia e la dice lunga sul senso della storia, della missione e della responsabilità, nonché sulla visione globale dei comunisti cinesi con Xi Jinping come loro principale rappresentante. Per aprire nuove strade nel far avanzare la diplomazia dei principali paesi con caratteristiche cinesi, dobbiamo comprendere a fondo la natura scientifica e il notevole significato di questa unità e la relazione intrinseca tra la visione e le tre iniziative globali.

Dal punto di vista storico, le tre iniziative globali, che riflettono tre temi principali del progresso umano, costituiscono tre pilastri che sostengono la visione generale di una comunità umana con un futuro condiviso.

Nel lungo fiume della storia, diverse civiltà, fluendo e convergendo di volta in volta, si sono innalzate come onde. Insieme al continuo progresso della società umana e all’approfondimento della globalizzazione, i paesi sono diventati sempre più connessi e interdipendenti, formando una comunità con un futuro condiviso.

Le persone di tutti i paesi sono arrivate a comprendere che l’abbondanza materiale, la pace, la stabilità e la prosperità culturale sono ciò a cui aspirano tutte le società. Per realizzarli abbiamo bisogno di crescita, sicurezza e civiltà, che si completano e si rafforzano a vicenda.

Come dice un antico detto cinese: "Solo quando il granaio è pieno le persone impareranno l'etichetta; solo quando le persone saranno ben nutrite e vestite conosceranno l'onore e la vergogna". La crescita è la base per la sicurezza e la civiltà. Solo quando tutti i paesi prosperano la pace può durare e le civiltà prosperare.

"La stabilità porta prosperità a un paese, mentre l'instabilità porta un paese alla povertà", è un altro antico detto cinese. La sicurezza è un prerequisito della crescita e della civiltà. Nell’antichità i cinesi credevano che le persone civilizzate tendessero a godere della sicurezza mentre gli incivili fossero più inclini ad affrontare problemi e a incontrare pericoli. La civiltà si sviluppa sulla base della crescita economica e della sicurezza. È l'accumulo della ricerca culturale di un popolo e porta l'impronta della storia di una nazione. Ha un'influenza graduale e impercettibile sul modo di pensare e di fare delle persone, fornendo forza spirituale alla causa dello sviluppo e della sicurezza.

Le tre iniziative globali, intrinsecamente connesse e rafforzandosi a vicenda, indicano la via da seguire per il progresso della società umana da tre diverse prospettive: crescita, sicurezza e civiltà. Sono i principali pilastri a sostegno della visione di costruire una comunità umana con un futuro condiviso.

Il GDI, dal punto di vista della crescita, risponde alla domanda su quale sia la filosofia di sviluppo di cui le persone hanno bisogno e come raggiungere lo sviluppo globale. Ha lo scopo di creare le basi materiali per una comunità umana con un futuro condiviso. Il GSI, dal punto di vista della sicurezza, si concentra sulla questione di quale tipo di sicurezza ha bisogno l’umanità e come raggiungere la sicurezza universale. Ha lo scopo di fornire garanzia di sicurezza per la comunità. Il GCI, dal punto di vista della struttura superiore, risponde alla domanda su come considerare le diverse civiltà e promuovere gli scambi e l'apprendimento reciproco tra di loro. Mira a costruire le basi culturali per la comunità umana.

Dal punto di vista della pratica, le tre iniziative globali, concentrandosi su questioni importanti nel mezzo dei profondi cambiamenti mai visti in un secolo, forniscono percorsi praticabili affinché il mondo possa costruire una comunità umana con un futuro condiviso.

Oggi, il nostro mondo, i nostri tempi e il corso storico stanno cambiando in modi come mai prima d’ora. La ripresa economica globale è debole e vacillante, continuano ad emergere varie sfide alla sicurezza, esistono ancora incomprensioni, alienazioni e conflitti tra le civiltà, e i deficit in termini di pace, sviluppo, sicurezza e governance globali stanno andando di male in peggio. Con il mondo che entra in una nuova fase di turbolenza e trasformazione, l’umanità ha raggiunto ancora una volta un bivio nella storia. Il suo futuro dipende dalla scelta di tutti i popoli del mondo.

In questo frangente storico, il segretario generale del Comitato centrale del PCC Xi Jinping, con la sua grande lungimiranza, ha fissato la direzione per il mondo proponendo la visione della costruzione di una comunità umana con un futuro condiviso come obiettivo generale e le tre iniziative globali come obiettivo generale. piani d’azione per affrontare le questioni irrisolte che l’umanità deve affrontare, invitando tutti i paesi a unirsi alla giusta causa.

Le tre iniziative globali, incentrate sull’obiettivo generale di costruire una comunità umana con un futuro condiviso, sono tre ricette ben concepite che mirano a curare i mali fondamentali del mondo. Questo è un eccellente esempio di approccio orientato al problema. Mirando a questioni come la sopravvivenza, lo sviluppo e la modernizzazione dell’umanità, il GDI risponde efficacemente alla forte aspirazione e al bisogno urgente della comunità internazionale, in particolare dei paesi in via di sviluppo, di raggiungere una crescita economica più rapida.

Si concentra inoltre sulla lotta allo sviluppo sbilanciato e inadeguato all’interno e tra le nazioni, stabilendo così la direzione per la causa dello sviluppo globale e della cooperazione globale allo sviluppo. In futuro, la Cina lavorerà duramente per attuare il GDI, in modo da aiutare la comunità internazionale a realizzare l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite a un ritmo più rapido e imprimere un forte slancio alla crescita economica globale. Sulle questioni relative a conflitti, guerre, stabilità e pace, il GSI fa luce su un percorso pratico verso la governance della sicurezza globale. Serve non solo come guida valida per l’umanità per affrontare le sfide alla sicurezza globale, ma è anche una soluzione praticabile ai problemi dei punti caldi regionali e ai conflitti geopolitici.

Il successo della Cina nel mediare un riavvicinamento tra Arabia Saudita e Iran e il suo impegno nel promuovere la soluzione politica della crisi ucraina attraverso colloqui di pace sono tutti esempi emblematici di come affrontiamo i dilemmi di sicurezza seguendo il GSI. Prendendo di mira questioni come le incomprensioni, l’alienazione, la mancanza di fiducia reciproca e di inclusività tra le civiltà, il GCI mira a raggiungere un’unità dialettica basata sulla comunanza e nonostante la diversità delle civiltà, cercando un terreno comune tra loro nel pieno rispetto della loro diversità.

Da un lato, il GCI evidenzia l’importanza dell’eredità poiché ogni civiltà ha il proprio ricco passato. Sottolinea inoltre la necessità di sfruttare appieno la rilevanza del suo passato per il presente poiché la storia è uno specchio per comprendere il presente e il futuro. Sostiene quindi la costruzione di una rete globale per il dialogo tra civiltà e solidi scambi e cooperazione internazionale tra persone per promuovere la comprensione reciproca e l’amicizia tra le persone di tutti i paesi e raggiungere un consenso sugli scambi tra civiltà e sull’apprendimento reciproco.

Dal punto di vista filosofico, la visione di costruire una comunità umana con un futuro condiviso e le tre iniziative globali dimostrano caratteristiche teoriche salienti e l’unità della visione del mondo e della metodologia.

La visione di costruire una comunità umana con un futuro condiviso fornisce risposte scientifiche alle domande epocali su quale tipo di mondo dovremmo costruire e come costruirlo. La visione, insieme alla nuova prospettiva su crescita, sicurezza e civiltà racchiusa nelle tre iniziative globali, rappresenta la visione del mondo della Cina e dei comunisti cinesi nella nuova era. Forniscono anche la metodologia per mettere in pratica quella visione del mondo, poiché contengono non solo una profonda saggezza politica ma anche molti percorsi e misure pratici. Pertanto, rappresentano l'unità sia della visione del mondo che della metodologia.

La visione di costruire una comunità umana con un futuro condiviso e le tre iniziative globali sono scientifiche. Incapsulano le posizioni, i punti di vista e i metodi del marxismo, riflettendo i tratti distintivi del marxismo e dimostrando caratteri teorici salienti. Sostenute dal materialismo dialettico e storico, la visione e le tre iniziative globali rivelano le leggi che governano lo sviluppo della società umana e la sua direzione futura. Forniscono inoltre metodi e percorsi scientifici per far avanzare la società umana, dimostrando il grande potere della verità.

La visione di costruire una comunità umana con un futuro condiviso e le tre iniziative globali sono incentrate sulle persone. Concentrandosi sull’aspirazione a una vita migliore dei popoli di tutto il mondo, la visione e le tre iniziative globali evidenziano gli interessi generali dell’umanità e si sforzano di migliorare il benessere comune di tutti i popoli.

Inoltre, la loro visione di prendersi cura di ogni individuo è evidente. Rispondendo al desiderio di pace, sviluppo e cooperazione dei popoli di diversi paesi, la visione e le tre iniziative globali si impegnano a creare le giuste condizioni per realizzare e garantire lo sviluppo completo di ogni individuo.

La visione di costruire una comunità umana con un futuro condiviso e le tre iniziative globali sono pratiche. Incarnano il forte senso di responsabilità del PCC nel promuovere l'armonia globale attraverso azioni concrete. E i fatti dimostreranno la loro correttezza e imperatività. Il loro significato e il loro impianto teorico si arricchiranno ulteriormente con i cambiamenti della situazione.

Dal punto di vista della civiltà, la visione di una comunità umana con un futuro condiviso e le tre iniziative globali, radicate nella civiltà cinese, orientano l’innovazione teorica sulle relazioni internazionali nella nuova era.

Come ha affermato il segretario generale del Comitato centrale del PCC, Xi Jinping, "Per affrontare le nostre sfide comuni e creare un futuro migliore per tutti, guardiamo alla cultura e alla civiltà affinché svolgano il loro ruolo, che è importante quanto quello svolto dall'economia, dalla scienza e dalla tecnologia".

La civiltà cinese sostiene la parentela tra tutte le persone e tutte le creature, e la pace tra tutte le nazioni poiché crede che l’umanità sorga e cada insieme, il che è alla base del modo in cui noi cinesi vediamo e comprendiamo le società e i popoli di diverse regioni e lingue. Per noi, una società ideale persegue il bene comune come causa giusta e promuove gli interessi comuni. Una sana etica economica mette al primo posto l’arricchimento e il benessere delle persone e sostiene la giustizia perseguendo interessi comuni. Il giusto concetto di sicurezza favorisce la pace rispetto alla guerra e crede che l’essenza dell’uso della forza sia fermare la violenza. Il modo corretto di interagire con altre civiltà è cercare l’armonia senza uniformità, apprezzare le altre culture e promuovere la prosperità condivisa.

Il principio più importante da sostenere quando si interagisce con altri paesi è la credibilità, l’amicizia e il buon vicinato. Ciò che la visione di una comunità umana con un futuro condiviso e le tre iniziative globali perseguono, vale a dire la coesistenza pacifica, la cooperazione vantaggiosa per tutti, l’inclusività e la crescita condivisa, fanno sempre parte della civiltà cinese. La dicono lunga sulle caratteristiche distintive della civiltà cinese: la sua continuità, creatività, coerenza, inclusività e natura pacifica. Sono un ottimo esempio di come il nostro Partito applica i principi fondamentali del marxismo alle realtà specifiche della Cina e alla sua raffinata cultura tradizionale. Rappresentano anche un importante passo avanti da parte del Partito nella sua esplorazione del futuro dell’umanità.

Le tradizionali teorie occidentali sulle relazioni internazionali tendono a vedere il mondo dalla prospettiva della forza e della geopolitica. Teorie come quella della “stabilità egemonica” e dello “scontro di civiltà” sono intrise di idee escludenti. Al contrario, i principi fondamentali della visione di una comunità umana con un futuro condiviso e delle tre iniziative globali sono radicati nella civiltà cinese.

Allo stesso tempo, sono altamente coerenti con gli scopi e i principi della Carta delle Nazioni Unite, compreso lo sviluppo di relazioni amichevoli tra le nazioni basate sull’uguaglianza sovrana e sul rispetto degli eguali diritti dei popoli, il mantenimento della sicurezza internazionale con mezzi collettivi e pacifici e l’instaurazione di una cooperazione internazionale per risolvere problemi economici, sociali e/o culturali globali. Queste visioni creative e ingegnose sulle relazioni internazionali dimostrano la saggezza orientale e forniscono una nuova prospettiva e un nuovo paradigma affinché l’umanità possa pensare a come interagire con altre nazioni e a come affrontare le sfide globali.

Tale mentalità, totalmente diversa da quella delle tradizionali teorie occidentali, determina che la Cina non percorrerà mai la strada della ricerca dell’egemonia anche quando crescerà in forza, si impegnerà in politiche egemoniche o di potere, perseguirà la propria sicurezza a spese degli altri, alimenterà divisioni o scontri, o creare piccoli circoli per alienare coloro che hanno punti di vista diversi dai suoi. La Cina, invece, continuerà a impegnarsi a promuovere la pace nel mondo, a guidare lo sviluppo globale e a salvaguardare l’ordine internazionale.

La visione di una comunità umana con un futuro condiviso e le tre iniziative globali sostengono e applicano posizioni, punti di vista e metodi marxisti e costituiscono un sistema di pensiero ben sviluppato con una logica convincente. Riflettono la profonda conoscenza della Cina delle leggi della storia e della sua civiltà, e la sua profonda riflessione sulle questioni emerse nei tempi moderni.

Le tre iniziative globali, che sono interconnesse, interdipendenti e si rafforzano a vicenda, forniscono un forte sostegno alla visione di costruire una comunità globale con un futuro condiviso e offrono la soluzione cinese per costruire un mondo migliore. Nel nuovo viaggio che ci attende, guidati dal Pensiero di Xi Jinping sul socialismo con caratteristiche cinesi per una nuova era, noi, che abbiamo intrapreso il lavoro esterno del Partito, continueremo ad attuare il Pensiero di Xi Jinping sulla diplomazia, a tenere alta la bandiera della comunità umana con un futuro condiviso e unire l’energia positiva proveniente da tutto il mondo per rendere le tre iniziative globali un grande successo.

Onoreremo l'impegno solenne del Partito nella ricerca del progresso per l'umanità e dell'armonia nel mondo e daremo un contributo ancora maggiore al ringiovanimento della nazione cinese e al progresso della causa del progresso umano”. [1]

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse di Clara Statello La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

L'Unione Europea nella percezione degli italiani di Leonardo Sinigaglia L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'Unione Europea nella percezione degli italiani

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO) di Michelangelo Severgnini "L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

A cosa serve la proposta di Putin di oggi di Giuseppe Masala A cosa serve la proposta di Putin di oggi

A cosa serve la proposta di Putin di oggi

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti