Xi Jinping all'esercito cinese: "Prepararsi al combattimento"

 Xi Jinping all'esercito cinese: "Prepararsi al combattimento"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Il presidente della Cina, Xi Jinping, ha dichiarato martedì scorso che lo sviluppo delle forze armate del paese dovrebbe concentrarsi sulla "preparazione al combattimento" tra le crescenti tensioni tra Pechino e Washington, riporta  Xinhua. 

Il presidente ha evidenziato le "instabilità" e le "incertezze" nelle attuali condizioni di sicurezza della Cina e ha affermato che tutte le forze armate "devono essere sempre pronte a rispondere a tutti i tipi di situazioni complesse e difficili, salvaguardare risolutamente la sovranità nazionale, la sicurezza e gli interessi di sviluppo", oltre a "fornire un forte sostegno alla costruzione globale di un moderno paese socialista".

Xi ha anche chiesto sforzi per intensificare la costruzione di deterrenza strategica di alto livello e sistemi operativi congiunti, sottolineando che l' innovazione nella scienza e nella tecnologia come supporto strategico per lo sviluppo militare dovrebbe essere notevolmente potenziata. 

Allo stesso tempo, il leader cinese ha elogiato le forze armate per il raggiungimento degli obiettivi fissati per il 2020, pur sottolineando il raggiungimento di un buon inizio nel rafforzamento della difesa nazionale durante il periodo del 14° piano quinquennale (2021-2025).

Xi ha pronunciato il suo discorso nel quadro di una riunione plenaria della delegazione dell'Esercito popolare di liberazione e della Polizia armata popolare nella quarta sessione del 13° Congresso nazionale del popolo mentre le tensioni con gli Stati Uniti aumentano sull'isola cinese di Taiwan e le controversie nel sud Mar Cinese.

Martedì scorso, il comandante del Comando indo-pacifico statunitense, Philip Davidson, ha espresso la sua preoccupazione che la Cina stia accelerando le sue mosse per "soppiantare" il potere militare statunitense in Asia. " Sono preoccupato che [la Cina] stia accelerando le sue ambizioni di soppiantare gli Stati Uniti e il nostro ruolo di leadership nell'ordine internazionale basato sulle regole", ha avvertito  Davidson.

 

Potrebbe anche interessarti

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

L’Iran come la Siria nel 2011? di Francesco Santoianni L’Iran come la Siria nel 2011?

L’Iran come la Siria nel 2011?

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE di Marinella Mondaini L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso" di Antonio Di Siena Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva? di Michelangelo Severgnini Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo di Paolo Pioppi Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra