VIDEO. Non solo Covid-19. L'Africa soffre la proliferazione delle locuste. 20 milioni di persone a rischio carestia

VIDEO. Non solo Covid-19. L'Africa soffre la proliferazione delle locuste. 20 milioni di persone a rischio carestia

In sei dei paesi più vulnerabili del continente, oltre 20 milioni di persone vivono "una grave insicurezza alimentare", un numero che può aumentare con il proliferarsi devastante delle locuste.

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Un video pubblicato dal corrispondente del Washington Post in Africa, Max Bearak, mostra l'entità di un disastro che ha afflitto l'Africa orientale negli ultimi mesi.


 
La registrazione mostra un enorme sciame di locuste del deserto vicino al Monte Ololokwe nel Kenya centrale.
 
 
 
 
 
 
La migrazione di questi insetti è iniziata a gennaio e, secondo l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura (ONUAA), ha lasciato senza mezzi di esistenza a circa un milione di abitanti del Kenya.
 
Il Kenya non è l'unico paese minacciato dalle locuste, che hanno anche devastato l'Etiopia, la Somalia, il Sud Sudan, l'Uganda e la Tanzania. Complessivamente, queste nazioni hanno 20,2 milioni di persone che affrontano una "grave insicurezza alimentare" e il numero potrebbe aumentare dopo il passaggio devastante di questi insetti, afferma l'ONUAA.
 
La proliferazione delle locuste è favorita da una stagione delle piogge estremamente umida e l'organizzazione prevede che potrebbe andare oltre.
 
"La locusta del deserto è considerata il parassita migratorio più distruttivo del mondo ... La FAO stima che il numero di locuste potrebbe moltiplicarsi per 20 durante la prossima stagione delle piogge a meno che le attività di controllo non si intensifichino", avverte l' ONUAA.
 
 

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA di Alberto Fazolo 28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso" di Antonio Di Siena Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico di Gilberto Trombetta Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico

Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia di Giuseppe Masala Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia

Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo di Paolo Pioppi Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti