Vaccino Sputnik più efficace di Pfizer e Moderna contro la variante Delta. EMA perchè non lo approva?

Vaccino Sputnik più efficace di Pfizer e Moderna contro la variante Delta. EMA perchè non lo approva?

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il vaccino Sputnik V ha dimostrato un'efficacia dell'83,1 per cento contro la variante Delta del coronavirus, secondo le informazioni fornite alle autorità sanitarie della Federazione Russa, che hanno evidenziato che si tratta della più alta immunità raggiunta tra i vaccini disponibili al mondo.

Il farmaco prodotto dal Gamaleya Institute si è rivelato efficace al 94,4 per cento contro i ricoveri per coronavirus della variante delta e l'83,1 per cento contro l'infezione. Come riportato dagli sviluppatori di Sptunik V sui social media, "Questa è la massima efficienza rispetto alla stima del 76% per Moderna e del 42% per Pfizer".

Lo scorso mese di luglio, a rivista medica Vaccines aveva pubblicato un'indagine condotta dal Centro Gamaleya dove viene dimostrato che Sputnik V è "altamente efficace contro le nuove varianti di covid-19, incluso la Delta”, come evidenzia il profilo Twitter ufficiale di Sputnik.

"La vaccinazione con Sputnik V ha prodotto titoli di neutralizzazione protettiva contro nuove varianti, tra cui Alpha B.1.1.7 (identificato per la prima volta nel Regno Unito), Beta B.1.351 (identificato per la prima volta in Sud Africa), Gamma P. 1 (identificato per la prima volta in Brasile) , Delta B.1.617.2 e B.1.617.3 (identificate per la prima volta in India) e le varianti endemiche di Mosca B.1.1.141 e B.1.1.317 con mutazioni nel dominio di legame del recettore (RBD)”, specifica l’Istituto Gamaleya di Mosca. 

Quindi, secondo l’istituto moscovita, "i dati confermano che Sputnik V continua a proteggere dalle varianti appena rilevate e mantiene uno dei migliori parametri di sicurezza ed efficacia".

Intanto l’Unione Europea continua a cincischiare sulla questione. La revisione di EMA (autorità sanitaria dell’Unione) sembra prendere tempi biblici, mentre la variante Delta preoccupa i governi di tutta l’Europa. Ma è ormai chiaro che Sputnik V non viene approvato per ragioni squisitamente politiche. Bruxelles ha deciso che i propri cittadini devono essere inoculati solo con i sieri sviluppati e prodotti dalle multinazionali del farmaco. Non importa che questi stiano mostrando meno efficacia e sicurezza rispetto al vaccino russo. 

D’altronde la pandemia è stata segnata sin dal suo esordio da poche decisioni prese per ragioni sanitarie e troppe invece solo per motivazioni politiche ben precise. 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Quando Mario Monti parla di "sacrifici".... di Fabrizio Verde Quando Mario Monti parla di "sacrifici"....

Quando Mario Monti parla di "sacrifici"....

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington? di Giacomo Gabellini Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

"Il Giornale": il cane da guardia "di destra" dell'atlantismo di Marinella Mondaini "Il Giornale": il cane da guardia "di destra" dell'atlantismo

"Il Giornale": il cane da guardia "di destra" dell'atlantismo

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La dittatura del pensiero liberal di Giuseppe Giannini La dittatura del pensiero liberal

La dittatura del pensiero liberal

Toti e quei reati "a fin di bene" di Antonio Di Siena Toti e quei reati "a fin di bene"

Toti e quei reati "a fin di bene"

Il Piano Mattei (o di quelli che lo hanno ucciso?) di Gilberto Trombetta Il Piano Mattei (o di quelli che lo hanno ucciso?)

Il Piano Mattei (o di quelli che lo hanno ucciso?)

Gli ultimi dati del commercio estero cinese di Pasquale Cicalese Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Il Premio Pullitzer e il mondo al contrario di Andrea Puccio Il Premio Pullitzer e il mondo al contrario

Il Premio Pullitzer e il mondo al contrario

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La Siberia al centro di nuovi equilibri geopolitici? di Paolo Arigotti La Siberia al centro di nuovi equilibri geopolitici?

La Siberia al centro di nuovi equilibri geopolitici?

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti