Tensioni e rischio catastrofe naturale e umanitaria, la grande diga dell'Etiopia inizia a riempirsi senza accordo con Sudan ed Egitto

Tensioni e rischio catastrofe naturale e umanitaria, la grande diga dell'Etiopia inizia a riempirsi senza accordo con Sudan ed Egitto

Khartum avverte che il livello dell'acqua nel Nilo Azzurro è diminuito di circa 90 milioni di metri cubi al giorno e rifiuta "qualsiasi azione unilaterale", mentre il Cairo chiede un "chiarimento urgente" delle sua azioni ad Addis Abeba

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il ministro dell'Etiopia, Seleshi Bekele, ha annunciato mercoledì scorso che il riempimento del bacino idrico del controverso progetto della Grande diga etiope del Rinascimento è già in corso, riferisce l'agenzia Reuters. La dichiarazione arriva in una situazione tesa con i paesi vicini, aggravata il giorno prima dal fallimento di un nuovo tentativo di negoziati con il Sudan e l'Egitto. 
 
"La costruzione della diga e il riempimento dell'acqua vanno di pari passo", ha detto il ministro etiope mercoledì durante un'apparizione televisiva. "Il riempimento della diga non ha bisogno di aspettare che la sua costruzione finisca." Il titolare etiope del dicastero di Acqua, Energia e Irrigazione ha riferito che il livello dell'acqua nella diga è passato da 525 a 560 metri.


 
Situati a valle, il Sudan e l'Egitto temono che la nuova diga del loro vicino causerà carenze idriche nei loro territori, quindi hanno reagito rapidamente.
 
Il ministero dell'irrigazione sudanese ha respinto "qualsiasi azione unilaterale intrapresa da entrambe le parti", mentre il governo ha avvertito che il livello dell'acqua nel Nilo azzurro è diminuito di circa 90 milioni di metri cubi ogni giorno dopo Addis Ababa ha iniziato a riempire il gigantesco serbatoio, situato vicino al confine con il Sudan.
 
Allo stesso tempo, il governo egiziano ha chiesto un "chiarimento urgente" sulla questione, poiché le parole del ministro etiope per l'acqua, l'irrigazione e l'energia alla televisione nazionale non hanno specificato se Addis Abeba ha chiuso le porte della diga o se il serbatoio ha iniziato a riempirsi d'acqua delle recenti forti piogge.
Lo stesso giorno, nel pomeriggio, Seleshi Bekele ha scritto sul suo account Twitter: "L'afflusso nel serbatoio a causa delle forti piogge e del deflusso ha superato e ha creato un accumulo naturale. [Il riempimento] continuerà fino a quando non viene attivato presto lo straripamento ". 
 
Negoziati falliti
 
Etiopia, Sudan ed Egitto hanno trascorso anni cercando senza successo di raggiungere un accordo sul progetto di una grande centrale idroelettrica che Addis Abeba ha iniziato a costruire nel 2011 sul loro territorio. La mega-diga, che ha un budget di quasi 5 miliardi di dollari, è costruita sul corso del Nilo Azzurro, la principale fonte di flusso per il Grande Nilo, dalle cui acque dipendono sia il Sudan che l'Egitto. 
 
Il recente ciclo di negoziati promosso dall'Unione Africana, che due settimane fa ha avviato una serie di incontri virtuali con la partecipazione dei tre paesi rivieraschi, si è concluso martedì scorso senza successo. 
 
"Le posizioni invariate e le richieste aggiuntive ed eccessive dell'Egitto e del Sudan hanno impedito a questo round di negoziati di concludersi con un accordo", ha dichiarato martedì scorso il Ministero etiope per l'acqua, l'irrigazione e l'energia. Allo stesso tempo, Addis Abeba ha indicato che continua a considerare il dialogo e l'impegno come l'unico modo per ottenere un risultato.
 
A sua volta, il ministro degli Esteri egiziano Sameh Shoukry ha dichiarato lunedì scorso che "Il Cairo ha mostrato molta flessibilità e comprensione sulle questioni della Grande Diga e sui bisogni dell'Etiopia", sebbene si rammarica che la rigidità della posizione etiope ha causato "ancora una volta il round terminare senza un accordo".
 
Secondo il governo del Sudan, ci sono "quattro o cinque punti caldi" tra le tre parti, relative a problemi tecnici, come il volume giornaliero di acqua che dovrebbe passare attraverso la diga. In questo senso, il Sudan e l'Egitto ritengono che questo volume dovrebbe essere maggiore di quanto propone l'Etiopia.
 
 

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA di Alberto Fazolo 28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso" di Antonio Di Siena Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico di Gilberto Trombetta Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico

Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia di Giuseppe Masala Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia

Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo di Paolo Pioppi Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti