Siria, attacco con i droni a cerimonia accademia militare di Homs. 80 morti e 240 feriti tra civili e militari

Siria, attacco con i droni a cerimonia accademia militare di Homs. 80 morti e 240 feriti tra civili e militari

Foto dei primi successivi all'attacco dal profilo X di Charles Lister

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Il terrorismo, la guerra per procura, una piaga che non conosce fine in Siria.

Decine di vittime sono state segnalate, poche ore fa, nel governatorato di Homs, nella Siria centrale, a seguito di un attacco mortale compiuto con droni che ha colpito un’accademia militare dopo la fine della cerimonia di laurea degli ufficiali.

In una dichiarazione rilasciata dalle forze armate siriane, si legge che l'attacco è stato condotto da "organizzazioni terroristiche armate sostenute da noti partiti internazionali". La dichiarazione sottolinea che donne e bambini risultano tra i feriti gravi.

Nelle prime ore dopo l'attacco media locali avevano riferito che il numero dei morti avrebbe potuto aggirarsi sui 50, con oltre 150 feriti.

Un bilancio che sembra, purtroppo, destinato a salire.

L’Osservatorio siriano per i diritti umani, con sede in Gran Bretagna, aveva parlato di “più di 60 morti, tra cui personale militare e almeno nove civili”, e decine di altri feriti.

L'attacco è avvenuto mentre gli ufficiali stavano scattando foto con le loro famiglie.

Il ministro della Difesa siriano Ali Abbas, che era presente alla cerimonia, se n'è andato subito dopo la fine della cerimonia, mentre l'attacco è avvenuto 20 minuti dopo.

Subito dopo l'attacco terroristico di giovedì, l'esercito siriano ha iniziato a bombardare il quartier generale del Partito islamico del Turkistan nelle vicinanze di Jisr al-Shughur, nella campagna nordoccidentale del governatorato di Idlib.

Negli ultimi giorni Damasco ha condotto raid a Idlib e Aleppo, prendendo di mira le postazioni di diversi gruppi armati estremisti legati all’ISIS e ad Al-Qaeda.

In serata, il ministro della Sanità siriano Hassan Ghabash ha annunciato, durante la visita fatta ai feriti, che il numero dei morti ha superato le 80 persone, mentre i feriti al momento sono 240.

Ghabash ha avvertito che il numero delle vittime potrebbe salire.

L'Iran esprime le sue condoglianze e condanna il vile attacco all'Accademia militare di Homs

il ministro degli Esteri e degli espatriati della SANA, Fayssal Mikdad, ha ricevuto giovedì una telefonata dal ministro degli Esteri iraniano, Hussein Amir Abdollahian, il quale ha affermato che il presidente Ebrahim Raisi condanna l'attacco terroristico che ha preso di mira la cerimonia di consegna dei diplomi dei cadetti dell'Accademia militare a Homs.

Il presidente Raisi ha condannato anche le potenze e gli Stati che sostengono il terrorismo.

Il presidente iraniano ha inoltre espresso le sue più sentite condoglianze al presidente Bashar al-Assad, al governo e al popolo siriano per la perdita dei civili e dei soldati.

Abdollahian ha inoltre espresso le sue condoglianze e la condanna del popolo iraniano per l'attacco criminale.

Mikdad, da parte sua, ha detto che la Siria e il presidente Assad ringraziano il presidente Raisi, affermando che la Siria e l'Iran sono determinati a combattere il terrorismo.

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Ursula Von Der Leyen e il vuoto politico del Pd di Paolo Desogus Ursula Von Der Leyen e il vuoto politico del Pd

Ursula Von Der Leyen e il vuoto politico del Pd

L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei di Fabrizio Verde L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei

L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei

In Bolivia, tornano i carri armati di Geraldina Colotti In Bolivia, tornano i carri armati

In Bolivia, tornano i carri armati

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta di Leonardo Sinigaglia Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn di Giorgio Cremaschi Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio di Marinella Mondaini Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio

Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mannaia dell'austerity di Giuseppe Giannini La mannaia dell'austerity

La mannaia dell'austerity

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin di Antonio Di Siena Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

"L'Urlo" adesso è davvero vostro di Michelangelo Severgnini "L'Urlo" adesso è davvero vostro

"L'Urlo" adesso è davvero vostro

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON di Michele Blanco LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

 Gaza. La scorta mediatica  Gaza. La scorta mediatica

Gaza. La scorta mediatica

Il Moribondo contro il Nascente Il Moribondo contro il Nascente

Il Moribondo contro il Nascente

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti