Sahara: Fisher, Dakhla futuro hub del commercio con l'Africa

Sahara: Fisher, Dakhla futuro hub del commercio con l'Africa

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

La città di Dakhla è destinata in futuro a divenire un hub del commercio statunitense e non solo verso l'Africa. La prossima apertura di un consolato degli Stati Uniti nella città delle regioni del sud del Marocco sarà il preludio ad un fiume di investimenti in arrivo dagli Usa per quella regione in via di sviluppo, investimenti già avviati dal governo marocchino che è pronto a facilitare l'arrivo di capitali stranieri per completare le infrastrutture della regione. A spiegare quali sono le ambizioni economiche di Washington su Sahara marocchino è l'ambasciatore degli Stati Uniti in Marocco, David Fisher, intervenuto nel corso di un'intervista rilasciata all'agenzia di stampa marocchina "Map". "La decisione degli Stati Uniti, relativa all'apertura di un consolato a Dakhla "consentirà a questo paese di beneficiare della posizione strategica del Marocco come hub per il commercio in Africa, Europa e Medio Oriente".

Inoltre, parlando della cooperazione marocchino-statunitense nel settore della Difesa e nella gestione del rischio in regioni strategiche come il Maghreb e il Sahel, il diplomatico ha ricordato che i due paesi hanno firmato una road map lo scorso ottobre, per la cooperazione in materia di difesa per la durata di dieci anni, specificando che questo accordo rafforzerà gli sforzi di modernizzazione intrapresi dal Marocco per affrontare le minacce regionali. Infine, quando gli è stato chiesto circa l'importanza di un decreto presidenziale nel sistema legale Usa, l'ambasciatore ha spiegato che in base alla Costituzione "il Presidente, attraverso il ramo esecutivo del Governo federale, conduce la diplomazia con le altre nazioni".

Potrebbe anche interessarti

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Gianni Riotta e il fondo del water del giornalismo di Francesco Santoianni Gianni Riotta e il fondo del water del giornalismo

Gianni Riotta e il fondo del water del giornalismo

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato di Pasquale Cicalese Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...