Reuters : Biden progetta una spedizione di armi da 1 miliardo di dollari a Israele

Reuters : Biden progetta una spedizione di armi da 1 miliardo di dollari a Israele

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

La Casa Bianca ha informato il Congresso di voler inviare più di 1 miliardo di dollari in armi a Israele, secondo quanto dichiarato dai suoi funzionari.

Secondo l'agenzia di stampa Reuters, il pacchetto comprenderebbe carri armati, mortai e veicoli tattici corazzati.

Il piano - confermato da un assistente congressuale della CBS, partner della BBC negli Stati Uniti - deve ancora essere approvato dai legislatori.

La settimana scorsa il presidente Joe Biden aveva dichiarato che avrebbe interrotto le spedizioni di armi a Israele se quest'ultimo avesse lanciato un'invasione massiccia della città di Gaza, Rafah.

Ieri, i carri armati israeliani sono entrati in profondità nelle aree residenziali della zona sud-orientale di Rafah, come hanno riferito i palestinesi alla Reuters.

La settimana scorsa Biden aveva annunciato di aver ritardato la spedizione di bombe da 2.000 libbre (900 kg) a Israele per il loro possibile utilizzo in un'operazione di terra.

Interpellato dalla CNN sul ritardo, Biden ha dichiarato: "A Gaza sono stati uccisi dei civili a causa di quelle bombe".

Il pacchetto inviato al Congresso è il primo da quando l'amministrazione di Biden ha sospeso i trasferimenti di armi a Israele la settimana scorsa. Secondo l'agenzia di stampa Associated Press, il pacchetto comprende 700 milioni di dollari di munizioni per carri armati, 500 milioni di dollari di veicoli tattici e 60 milioni di dollari di proiettili per mortai.

Venerdì scorso, un rapporto del Dipartimento di Stato americano ha rilevato che alcune armi di fabbricazione americana fornite a Israele potrebbero essere state utilizzate in violazione del diritto internazionale.

Pur essendo un chiaro rimprovero nei confronti di alcune operazioni israeliane a Gaza, il rapporto non ha espresso un giudizio definitivo sulla violazione del diritto internazionale da parte delle Forze di Difesa Israeliane (IDF).

Ha aggiunto che le assicurazioni ricevute da Israele sul rispetto dell'uso legale delle armi statunitensi erano "credibili e affidabili".

Il mese scorso, il Congresso ha approvato una legge che prevede aiuti per 95 miliardi di dollari a Israele, Ucraina e Taiwan.

I trasferimenti di armi a Israele sono diventati un peso politico per Biden in vista delle elezioni alla Casa Bianca del 2024.

La notizia dell'ultimo pacchetto di armi è emersa poco dopo la fine delle votazioni delle primarie presidenziali nel Maryland, dove gli attivisti hanno esortato gli elettori a registrare un voto di protesta contro quello che considerano il favoritismo di Biden nei confronti di Israele per la guerra di Gaza.

I legislatori repubblicani del Congresso hanno introdotto una legislazione volta a impedire ulteriori pause nelle spedizioni di armi all'alleato statunitense.

Questa settimana la Camera dei Rappresentanti voterà una misura che richiede al Dipartimento di Stato e al Dipartimento della Difesa di assicurare la "pronta consegna" di equipaggiamenti militari.

La Casa Bianca ha promesso di porre il veto alla legge, se dovesse passare al Senato, cosa improbabile.

Israele ha lanciato una campagna militare per distruggere Hamas in risposta all'attacco transfrontaliero del gruppo della Resistenza palestinese nel sud di Israele il 7 ottobre.

Da allora a Gaza sono state uccise più di 35.170 persone, di cui 82 nelle ultime 24 ore, secondo il ministero della Sanità dell’enclave assediata.

--------------------------------------------------------

A GAZA LA SITUAZIONE UMANITARIA E' FUORI CONTROLLO. LA PULIZIA ETNICA DECISA

C'E' UNA ONG, GAZZELLA ONLUS, CHE NON SI ARRENDE A QUESTE BARBARIE E OGNI GIORNO, EROICAMENTE, PORTA BENI DI PRIMA NECESSITA' ALLA POPOLAZIONE STREMATA




L'ANTIDIPLOMATICO E LAD EDIZIONI, INSIEME A Q EDIZIONI, E' IMPEGNATA ALLA RACCOLTA FONDI PER LA POPOLAZIONE DI GAZA

ACQUISTANDO IL LIBRO "IL RACCONTO DI SUAAD - PRIGIONIERA PALESTINESE" DAL NOSTRO SITO CONTRIBUIRETE ATTIVAMENTE ALL'INVIO DI AIUTI ALLA POPOLAZIONE DI GAZA

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse di Clara Statello La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

L'Unione Europea nella percezione degli italiani di Leonardo Sinigaglia L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'Unione Europea nella percezione degli italiani

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO) di Michelangelo Severgnini "L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

A cosa serve la proposta di Putin di oggi di Giuseppe Masala A cosa serve la proposta di Putin di oggi

A cosa serve la proposta di Putin di oggi

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti