Regno Unito. 1900 lavoratori in sciopero per otto giorni nel principale porto per container del paese

Regno Unito. 1900 lavoratori in sciopero per otto giorni nel principale porto per container del paese

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

I lavoratori del più grande porto per container del Regno Unito iniziano uno sciopero per la prima volta negli ultimi 30 anni.

1.900 membri del sindacato Unite a Felixstowe hanno iniziato oggi uno sciopero di otto giorni, dopo che le autorità sindacali hanno abbandonato la trattativa negoziale sull'aumento salariale. Lo riporta Reuters.

Unite ha affermato che i membri hanno rifiutato un'offerta di aumento del 7% fatta dalla Felixstowe Dock and Railway Company, in quanto inferiore al tasso di inflazione. Un picchetto si è formato nelle prime ore di domenica dando via allo sciopero che si protrarrà per i prossimi otto giorni. 

"I dock di Felixstowe sono estremamente redditizi. Le cifre più recenti mostrano che nel 2020 hanno realizzato 61 milioni di sterline (circa 72 milioni di euro) di profitti", ha dichiarato la segretaria del sindacato Unite, Sharon Graham. "La sua casa madre, la CK Hutchison Holding Ltd, è così ricca che quello stesso anno ha distribuito 99 milioni de sterline di dividendi ai suoi azionisti. Credo quindi che sia in grado di dare ai lavoratori di Felixstowe un giusto incremento di salario", ha aggiunto Graham.    

Il principale gruppo marittimo Maersk ha avvertito come lo sciopero creerà gravi disagi, con alcune navi che subiranno notevoli ritardi.

Il dottor Kamran Mahroof, professore associato di analisi della catena di approvvigionamento presso l'Università di Bradford, ha dichiarato alla BBC: "Sebbene molte delle merci che passano attraverso questo particolare porto potrebbero essere i tuoi frigoriferi e laptop, ci saranno anche molti alimenti surgelati che potrebbero passare attraverso questo canale. Quindi ci saranno interruzioni, ma l'importanza è garantire che sia limitato solo per otto giorni. Prolungare questo periodo potrebbe significare il dover deviare le merci e le infrastrutture potrebbero non essere in grado di farcela".

Con una inflazione superiore al 10% e i costi energetici totalmente fuori controllo, il Regno Unito è il primo paese a mostrare segnali di risveglio di quella lotta di classe che potrebbe presto interessare tanti altri paesi europei.

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

L’Iran come la Siria nel 2011? di Francesco Santoianni L’Iran come la Siria nel 2011?

L’Iran come la Siria nel 2011?

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE di Marinella Mondaini L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso" di Antonio Di Siena Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva? di Michelangelo Severgnini Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo di Paolo Pioppi Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti