Recuperato il relitto dell'F-35 precipitato. Arrestato il marinaio che aveva registrato il video dell'incidente

Recuperato il relitto dell'F-35 precipitato. Arrestato il marinaio che aveva registrato il video dell'incidente

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Lo scorso mese di novembre un caccia F-35 del Regno Unito era precipitato nel Mediterraneo mentre provava a decollare da una portaerei. 

Un danno notevole per le forze armate britanniche visto che si tratta dei caccia più avanzati e costosi della flotta di sua maestà. Gli F-35 britannici hanno un costo di circa 100 milioni di sterline per velivolo. 

Dopo l’incidente sono immediatamente partite le operazioni di recupero del relitto per evitare che questo fosse recuperato da altri paesi per ragioni di spionaggio. L’operazione è stata condotta, in maniera top-secret da equipaggi britannici, italiani e americani per impedire che l'aereo e i suoi sofisticati radar e sensori potessero cadere «in mani ostili» afferma Sky News. 

Fonti della difesa di Londra si sono dette «piacevolmente sorprese» dalla rapidità del recupero e sono «fiduciose» che l'equipaggiamento sensibile dell'F-35 non sia stato compromesso.

Il caccia era finito oltre un miglio sott’acqua dopo essere caduto dalla pista della HMS Queen Elizabeth il mese scorso durante operazioni di volo di routine. 

L’incidente è avvenuto nelle fasi finali di un viaggio globale di sette mesi della portaerei e di un gruppo di navi di scorta verso l'Estremo Oriente e ritorno.

Il jet F-35B è caduto in mare senza mai riuscire a prendere il volo, secondo il filmato trapelato, e il pilota si è espulso in sicurezza.

Dopo l’incidente è emerso che un marinaio è stato arrestato per aver fatto trapelare il video di 16 secondi dell'incidente dell'F-35, diventato virale sui social media la scorsa settimana.

Il filmato è apparso su Twitter subito dopo l'incidente, dopo che qualcuno ha avvicinato un telefono allo schermo di un computer per copiare una registrazione delle telecamere a circuito chiuso dalla torre di controllo della HMS Queen Elizabeth.

Si presume che il marinaio arrestato sia stato trasferito in aereo dalla portaerei nel Regno Unito. 

Non è ancora chiaro cosa abbia causato l'incidente, ma si pensa che qualcosa - forse una copertura anti-pioggia in plastica - potrebbe essere stata risucchiata nel motore dell'aereo causando un guasto. 

Il relitto sarà portato in una base navale nel Mediterraneo e, sebbene fonti abbiano affermato che tale base appartenga ad un ‘alleato’, non sono state fornite ulteriori informazioni.

Un portavoce del ministero della Difesa ha dichiarato: «Le operazioni per recuperare l'F-35 britannico nel Mar Mediterraneo si sono concluse con successo.

Estendiamo i nostri ringraziamenti ai nostri alleati della NATO, l'Italia e gli Stati Uniti d'America per il loro supporto durante l'operazione di recupero».

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Gianni Riotta e il fondo del water del giornalismo di Francesco Santoianni Gianni Riotta e il fondo del water del giornalismo

Gianni Riotta e il fondo del water del giornalismo

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato di Pasquale Cicalese Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo di Gilberto Trombetta Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo

Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo