Putin e il silenzio della Germania su Nord Stream: "Non è un paese sovrano"

Putin e il silenzio della Germania su Nord Stream: "Non è un paese sovrano"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

La Germania è un paese con una propria politica estera autonoma, indipendente e sovrana? La risposta è no. 

La politica estera contemporanea della Repubblica Federale di Germania non è una politica estera che farebbe uno stato indipendente e sovrano. I politici di Berlino e i cosiddetti "esperti di politica estera" dei partiti consolidati nel Bundestag attribuiscono grande importanza al fatto che la Germania sia "incorporata" nella politica estera dei "valori transatlantici" dell'Unione Europea o della NATO.

Il fatto che la Germania non sia uno Stato sovrano non è una teoria della cospirazione, o una riflessione derivante dalla volontà di screditare le autorità di governo teutoniche. L’allora ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schauble dichiarava durante il Congresso bancario europeo del 18 novembre 2011: "Ma in Germania dall'8 maggio 1945 [la resa incondizionata della Wehrmacht tedesca] in nessun momento siamo stati pienamente sovrani".

La stessa conclusione a cui è arrivato Vladimir Putin. Il presidente russo ha spiegato la posizione della Germania in merito all'attacco di sabotaggio dello scorso anno ai gasdotti Nord Stream con il fatto che la Germania non è mai stata veramente indipendente dopo la Seconda Guerra Mondiale.

"Anche gli stessi politici europei hanno più volte riconosciuto pubblicamente che la Germania non è mai stata un Paese pienamente sovrano dopo la Seconda guerra mondiale. Non l'ho detto io, ma l'ha detto almeno un noto e rispettato politico tedesco. Non posso che essere d'accordo", ha dichiarato il Presidente russo al giornalista Pavel Zarubin in un'intervista andata in onda su Rossiya-1.

La dichiarazione è arrivata in risposta alla domanda sul perché Berlino sia rimasta in silenzio e inattiva riguardo al sabotaggio del Nord Stream, nonostante l'importanza del progetto per l'economia e la sicurezza energetica tedesca.

Putin ha sottolineato che, a un certo punto, l'Unione Sovietica "ha ritirato le sue truppe e ha posto fine alla sua occupazione de-facto del Paese". "Ma, come tutti sappiamo, gli Stati Uniti non l'hanno fatto. Continuano a occupare la Germania".

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO di Leonardo Sinigaglia Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia di Alberto Fazolo La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor di Pasquale Cicalese Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor

Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor

Anche la Danimarca chiude l'indagine sul Nord Stream di Andrea Puccio Anche la Danimarca chiude l'indagine sul Nord Stream

Anche la Danimarca chiude l'indagine sul Nord Stream

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

OCSE, in Italia salari bassi e troppe ore lavorative di Michele Blanco OCSE, in Italia salari bassi e troppe ore lavorative

OCSE, in Italia salari bassi e troppe ore lavorative

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti