"Provocazione deliberata". Il Cremlino attacca il Regno Unito

"Provocazione deliberata". Il Cremlino attacca il Regno Unito

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

La Russia condanna fortemente la condotta britannica nel Mar Nero con la violazione dei confini marittimi della Federazione Russa da parte del cacciatorpediniere Defender al largo della Crimea. 

Il Cremlino ha espresso rammarico per l'incidente bollando l’accaduto come una provocazione deliberata e preparata, come dichiarato alla stampa dal portavoce presidenziale russo Dmitry Peskov, secondo quanto riferisce l’agenzia Tass. 

"Riteniamo che il cacciatorpediniere britannico abbia effettuato una provocazione. Inoltre, ci rammarichiamo perché si trattava di una provocazione deliberata e preparata", ha detto Peskov, commentando l'incidente del 23 giugno nel Mar Nero.

Le azioni del cacciatorpediniere britannico HMS Defender nel Mar Nero violano il diritto internazionale, sono inaccettabili, ha sottolineato Peskov. "Certo, siamo preoccupati per le azioni della nave britannica. Consideriamo tali azioni inaccettabili, sono in violazione del diritto internazionale”.

Secondo il funzionario russo le guardie di frontiera e le forze armate russe manterranno una posizione piuttosto dura anche in futuro se qualcuno proverà a organizzare provocazioni come questo incidente con la nave da guerra britannica nel Mar Nero.

 

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Il Govermo dei padroni di Giorgio Cremaschi Il Govermo dei padroni

Il Govermo dei padroni

I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina   di Bruno Guigue I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina

I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina

Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass di Thomas Fazi Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass

Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass

Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio? di Giuseppe Masala Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio?

Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio?

I nuovi strabilianti numeri delle importazioni cinesi dall'Italia di Pasquale Cicalese I nuovi strabilianti numeri delle importazioni cinesi dall'Italia

I nuovi strabilianti numeri delle importazioni cinesi dall'Italia

Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia di Gilberto Trombetta Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia

Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia

Haftar si candida in Libia: l'Europa è nel panico di Michelangelo Severgnini Haftar si candida in Libia: l'Europa è nel panico

Haftar si candida in Libia: l'Europa è nel panico

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti