Presidenziali in Corea del Sud: un timido "rasserenamento" lungo il 38° parallelo?

Presidenziali in Corea del Sud: un timido "rasserenamento" lungo il 38° parallelo?

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 di Diego Angelo Bertozzi 

Mentre non è ancora passata la sbornia elettorale all'ombra della Tour Eiffel, una minore attenzione ricevono le presidenziali sudcoreane terminate con l'elezione di Moon Jae-in. Eppure ci troviamo in un contesto geopolitico molto teso, quello che corre lungo il 38° parallelo e sul quale soffiano venti di guerra. Eppure qualche timido "rasserenamento" potrebbe esserci: il nuovo presidente sudcoreano non ha nascosto la volontà di riprendere il dialogo con la Corea del Nord (vedremo a quali condizioni) e di affrontare con Pechino e Washington la delicata questione del sistema antimissilistico Thaad che rischia di riportare un clima da "cortina di ferro" in Asia orientale. Di certo la nuova presidenza condivide con Zhongnanhai un approccio meno muscolare alla questione del nucleare nordcoreano e propenso a chiedere lo stop a provocazioni di stampo militare a tutte le potenze interessate.

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

USA: un nuovo 'Watergate' per incriminare Trump di Francesco Santoianni USA: un nuovo 'Watergate' per incriminare Trump

USA: un nuovo 'Watergate' per incriminare Trump

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato di Pasquale Cicalese Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti