Peter Pellegrini vince le presidenziali in Slovacchia

Peter Pellegrini vince le presidenziali in Slovacchia

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Peter Pellegrini, attuale presidente del Consiglio nazionale della Slovacchia (il parlamento del paese), è stato il vincitore delle ultime elezioni presidenziali, secondo i risultati ufficiali dopo aver conteggiato il 100% dei voti.

Pellegrini ha affrontato al secondo turno il candidato filo-occidentale Ivan Korcok e ha ottenuto il sostegno del 53,12% degli elettori, contro il 46,87% di Korcok.

Una delle differenze principali nelle posizioni dei due candidati è stata la loro opinione sulle politiche legate al conflitto in Ucraina. Pellegrini, ex primo ministro, si oppone all'invio di aiuti militari a Kiev, mentre Korcok assicura che fermare gli aiuti non porterà alla pace, ma alla vittoria della Russia.

Alla vigilia del voto finale, Pellegrini ha dichiarato che i politici del suo paese sono divisi in due gruppi: quelli che vogliono continuare la guerra e quelli che sostengono i negoziati di pace, e ha assicurato di appartenere a quest'ultimo gruppo, riferisce l'AFP.

Il presidente eletto ha promesso di "sostenere il governo nei suoi sforzi per migliorare la vita delle persone", riferisce Reuters. "Farò tutto il possibile affinché la Slovacchia rimanga sempre dalla parte della pace e non dalla parte della guerra", ha sottolineato. Allo stesso tempo, Pellegrini ha dichiarato che il suo Paese "continuerà ad essere un membro forte dell'UE e della NATO".

Potrebbe anche interessarti

Quando Mario Monti parla di "sacrifici".... di Fabrizio Verde Quando Mario Monti parla di "sacrifici"....

Quando Mario Monti parla di "sacrifici"....

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington? di Giacomo Gabellini Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

"Il Giornale": il cane da guardia "di destra" dell'atlantismo di Marinella Mondaini "Il Giornale": il cane da guardia "di destra" dell'atlantismo

"Il Giornale": il cane da guardia "di destra" dell'atlantismo

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La dittatura del pensiero liberal di Giuseppe Giannini La dittatura del pensiero liberal

La dittatura del pensiero liberal

Toti e quei reati "a fin di bene" di Antonio Di Siena Toti e quei reati "a fin di bene"

Toti e quei reati "a fin di bene"

Il Piano Mattei (o di quelli che lo hanno ucciso?) di Gilberto Trombetta Il Piano Mattei (o di quelli che lo hanno ucciso?)

Il Piano Mattei (o di quelli che lo hanno ucciso?)

Gli ultimi dati del commercio estero cinese di Pasquale Cicalese Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Il Premio Pullitzer e il mondo al contrario di Andrea Puccio Il Premio Pullitzer e il mondo al contrario

Il Premio Pullitzer e il mondo al contrario

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La Siberia al centro di nuovi equilibri geopolitici? di Paolo Arigotti La Siberia al centro di nuovi equilibri geopolitici?

La Siberia al centro di nuovi equilibri geopolitici?

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti