'Per il presidente e leader della nostra patria: Alexander Lukashenko!'. Appello delle associazioni pubbliche e dei partiti politici della Bielorussia

'Per il presidente e leader della nostra patria: Alexander Lukashenko!'. Appello delle associazioni pubbliche e dei partiti politici della Bielorussia

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Questa è la società “REALE” della Bielorussia, quella del mondo politico, lavorativo, sociale, accademico, giovanile. Della Memoria storica e identitaria, radicate nei valori della negazione e lotta contro il nazifascismo, gli eredi e prosecutori dei valori della Grande Guerra Patriottica. Delle Associazioni rappresentative, legate ai problemi concreti e alle necessità della gente semplice e comune, del popolo. Come in ogni paese e società è questa la concretezza e l’essenza reali, vere, di un paese, di uno stato, al di là di indirizzi ideologici o differenze partitiche.


Un sistema sociale fondato sui diritti collettivi e non personali o privati.


Una cosa ben diversa dalla cosiddetta società “civile”, termine ormai utilizzato nella cultura e politica occidentali, come “cavallo di Ttroia” per la penetrazione e l’ingerenza nei paesi e nelle società considerati non “democratici” o “liberi”…naturalmente, sentenze e valutazioni decretate nei dipartimenti USA, della NATO, dal FMI, dalla BM o dalla UE. Nella cui orbita proliferano e operano la stragrande maggioranza delle cosiddette ONG, permeate, dirette, finanziate o solamente usate da” intelligence” varie ( come dimostrato dall’ottimo libro di S. Savioli “ONG”, edito da Zambon Ed.). Oppure Fondazioni multiformi, povere di storia ma ricolme di denaro. O le più variegate Associazioni legate ai “diritti umani”, che casualmente si occupano solo di situazioni, paesi, stati non allineati o renitenti all’ordine mondiale imperante. O sette religiose che poco hanno a che fare con l’anima o il credo, ma molto con interessi e strategie di penetrazione culturale e politica.


PER la DIFESA della Pace, della Stabilità, di Sviluppo e Progresso, dell’Indipendenza, della Sovranità, della NOSTRA Storia, della NOSTRA Bielorussia.

 

NOI cittadini e cittadine, uomini e donne bielorussi/e, rappresentanti effettivi di milioni di persone affermiamo:


NOI siamo per il nostro futuro e per il futuro dei nostri figli, per l'indipendenza e la libertà.


Il popolo bielorusso è unito, saggio e laborioso. Le nostre organizzazioni sono milioni di cittadini premurosi. Siamo uniti seppure con indirizzi e punti di vista spesso diversi.


Ma oggi siamo insieme, fianco a fianco, uniti per un obiettivo comune: proteggere la nostra terra natale da bugie e tradimenti palesi, dal desiderio di rompere l'unità della nostra società e scuotere le fondamenta dello Stato.


Vogliamo dichiarare apertamente e con decisione: decideremo noi stessi in quale Paese vivere e crescere i bambini. Non permettiamo di farci dividere!


La Repubblica di Bielorussia, come il mondo intero, sta attraversando gravi prove. Cerchiamo si superare queste difficoltà con dignità, tutelando, prima di tutto, gli interessi di ciascuna persona, di ciascun cittadino e professionista, mantenendo la nostra indipendenza e rafforzando la nostra autorità.


Guardiamo al futuro con fiducia. Si creano nuovi posti di lavoro e si mantiene un livello dignitoso di garanzie sociali. La priorità è garantire la pace e l'armonia nella società, la conservazione delle tradizioni e la continuità delle generazioni. In un tale stato viviamo e vivremo.

 

Cari amici, non recediamo. Attiviamoci, partecipiamo.


Difendiamo il Paese che amiamo e di cui andiamo fieri!


Per la nostra Bielorussia!


Per il presidente e leader della nostra patria: Alexander Grigorievich Lukashenko!


Elenco di partiti e associazioni che hanno aderito all'appello:

Federazione dei sindacati della Bielorussia

Movimento "Belaya Rus"

"Unione delle donne bielorusse"

"Unione bielorussa dei Veterani della guerra in Afghanistan"

"Associazione bielorussa dei Veterani della Grande Guerra Patriottica"

"Unione bielorussa degli Ufficiali"

"Unione giovanile Repubblicana bielorussa"

"Lega della Gioventù Comunista"

Associazione bielorussa “Genitori con numerosi bambini"

Associazione Sportiva Universitaria bielorussa”

"Associazione bielorussa degli ipovedenti"

"Fondazione bielorussa per la Pace"

Associazione "DOSAAF"

Società bielorussa "Scienza e Conoscenza "

"Società bielorussa di cacciatori e pescatori"

Società bielorussa di cultura fisica e sportiva "Dynamo "

"Associazione bielorussa dei medici"

"Unione repubblicana bielorussa degli avvocati"

"Unione degli scrittori di Bielorussia"

"Unione bielorussa dei giornalisti"

"Unione bielorussa dei musicisti"

Consiglio dei Veterani del Komsomol”, pionieri e movimento giovanile

"Unione della Gioventù Repubblicana Bielorussa"

Partito Comunista Bielorusso

Partito Liberal Democratico della Bielorussia

Partito Patriottico bielorusso

Associazione Pubblica Internazionale "Goro"

Associazione pubblica internazionale "Congresso delle comunità azere"

Associazione pubblica bielorussa degli ucraini "Vatra"

"Associazione culturale ed educativa armena della città di Minsk" Hayastan "

" Associazione Bielorussa della Diaspora Rom"

"Comunità bielorussa dei lituani"

" Associazione Rus"

Associazione pubblica internazionale "Patrimonio culturale tataro-baschiro" Chishma "

Società culturale ed educativa georgiana "Mamuli "

Organizzazione pubblica di solidarietà internazionale dei rifugiati afgani "Comunità afghana"

"Unione dei polacchi in Bielorussia"

" Società Pedagogica Bielorussa".

A cura di Enrico Vigna, CIVG agosto 2020

Potrebbe anche interessarti

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*       di Geraldina Colotti Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*      

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*  

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

L'Unione Europea nella percezione degli italiani di Leonardo Sinigaglia L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La partita a scacchi più pericolosa di sempre di Giuseppe Masala La partita a scacchi più pericolosa di sempre

La partita a scacchi più pericolosa di sempre

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica