Non solo Covid-19. La piaga delle locuste in rapida crescita potrebbe schiacciare l'Africa orientale entro giugno

Non solo Covid-19. La piaga delle locuste in rapida crescita potrebbe schiacciare l'Africa orientale entro giugno

Sciami di locuste hanno invaso parti dell'Africa orientale la scorsa estate, minacciando una fragile situazione di sicurezza alimentare nella regione, poiché uno sciame può consumare la stessa quantità di colture al giorno di 10.000 persone.

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Due nuove generazioni di locuste dovrebbero infestare l'Africa orientale entro giugno, con l'attuale popolazione di insetti che aumenta di quattrocento volte, ha riferito Quartz Africa, citando gli scienziati che osservano attentamente la situazione.


 
La piaga delle locuste, che ha avuto origine nella penisola arabica nel 2018, ha devastato la regione dallo scorso giugno, consumando raccolti in Kenya, Uganda, Somalia, Etiopia, Sudan e altri paesi dell'Africa orientale. Innescata da forti piogge e vegetazione rigogliosa, la situazione è stata particolarmente devastante in Kenya, dove si stima che le locuste abbiano distrutto almeno il 30% delle praterie dai primi mesi del 2020. Hanno anche deposto molte uova, che hanno iniziato a schiudersi da febbraio e la nuova generazione di parassiti ha iniziato a crescere di dimensioni per iniziare ad attaccare la terra keniota.
 
“Questo è quello che è successo in Kenya lo scorso mese. Sempre più di quelle tramogge sono diventate adulte. Quindi, questi sono sviluppate in Kenya ”, spiega Keith Cressman, studioso della piaga delle locuste e responsabile delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura.
 
 
Tra circa una settimana, la nuova generazione di locuste inizierà a deporre le proprie uova ed è allora che la situazione peggiorerà ulteriormente. Gli esperti ritengono che quasi il cento per cento delle colture di orzo, fagioli e mais potrebbero essere consumati dai parassiti nei prossimi mesi, lasciando le comunità locali a morire di fame. Gli sciami possono ancora essere controllati con l'aiuto di pesticidi, sostengono gli esperti del settore alimentare, fino a quando non saranno spinti più a nord da una stagione secca questa estate.
 
Si stima che uno sciame di locuste consista di circa 150 milioni di singole locuste per chilometro quadrato e che consumano quotidianamente il cibo disponibile per un massimo di 35.000 persone, aggravando potenzialmente ulteriormente la già fragile situazione della sicurezza alimentare nella regione. La pandemia di Covid-19 in corso ha anche esacerbato la crisi , poiché le spedizioni di biopesticidi necessarie per contenere la piaga delle locuste sono state gravemente ridotte a causa delle restrizioni di viaggio. Molti paesi dell'Africa orientale, incluso il Kenya, stanno attualmente esaurendo i pesticidi, il che rappresenta una sfida significativa per qualsiasi attività di controllo delle locuste nella regione.
 
 

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

L’Iran come la Siria nel 2011? di Francesco Santoianni L’Iran come la Siria nel 2011?

L’Iran come la Siria nel 2011?

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE di Marinella Mondaini L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso" di Antonio Di Siena Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva? di Michelangelo Severgnini Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo di Paolo Pioppi Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti