"Non ho dubbi che l'atto terroristico di Mosca sia stato provocato dall'Ucraina". Veterano dell'antiterrorismo russo d'élite

"Non ho dubbi che l'atto terroristico di Mosca sia stato provocato dall'Ucraina". Veterano dell'antiterrorismo russo d'élite

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Sputnik*


Sergei Goncharov, veterano dell'unità antiterrorismo russa Alpha, afferma di non avere dubbi sul fatto che gli investigatori russi riusciranno a trovare le menti dietro l'attacco mortale di venerdì al Crocus City Hall e ha un'idea sull'uomo più direttamente responsabile.

Almeno 40 persone sono morte e 145 sono rimaste ferite in seguito all'attacco mortale di venerdì sera alla sala concerti Crocus City Hall di Krasnogorsk, nella regione di Mosca. Le autorità russe hanno classificato la sparatoria e l'attentato incendiario come un atto di terrorismo.

"C'è solo un modo per qualificare quello che è successo: si è trattato di un atto terroristico, il che significa che sono state uccise persone innocenti. Sono state semplicemente giustiziate", ha dichiarato a Sputnik Sergei Goncharov, presidente dell'Associazione Internazionale dei Veterani Alfa, una forza speciale russa d'élite antiterrorismo subordinata all'FSB.

"Quello che è successo oggi è una terribile tragedia e, credo, un anello di una catena. Per questo penso che l'Ucraina rifiuterà la responsabilità. Perché nessuno approva pubblicamente gli attacchi terroristici. Ma in ogni caso, al momento non vedo alcun fattore che possa allontanarci dal collegamento con l'Ucraina. Potrebbe essere stata qualche altra organizzazione, ma non ho dubbi che sia stata provocata dai nazisti ucraini", ha detto il capitano Alfa in pensione.

In particolare, Goncharov ritiene che il capo dell'intelligence militare ucraina Kyrylo Budanov* - che ha minacciato ripetutamente di prendere di mira i civili russi - sia il principale responsabile della carneficina di venerdì.

La minaccia del terrore che proviene dal regime di Kiev è reale, ha sottolineato Goncharov, indicando i rapporti quasi quotidiani dell'FSB sulle operazioni di cattura di terroristi, piromani, aspiranti attentatori suicidi, ecc.

Commentando le notizie secondo cui due degli attentatori si sarebbero barricati e avrebbero ingaggiato un conflitto a fuoco con i servizi speciali russi, Goncharov ha espresso la speranza "che uno di loro venga preso vivo e che riceveremo informazioni" su chi abbia organizzato esattamente l'attacco al Crocus. "In secondo luogo, l'indagine che sarà condotta su questa tragedia troverà in ogni caso la traccia attraverso la quale si potrà determinare chi l'ha ordinata", ha concluso Goncharov.

Tre uomini armati in tenuta mimetica hanno fatto irruzione venerdì sera nella sala concerti Crocus City Hall di Krasnogorsk, nella regione di Mosca, aprendo il fuoco e lanciando granate o bombe incendiarie, incendiando l'edificio. l consigliere presidenziale ucraino Mykhailo Podolyak ha dichiarato venerdì che Kiev non è coinvolta nell'attacco al Crocus City Hall. "Sottolineo ancora una volta che l'Ucraina non ha assolutamente nulla a che fare con gli attacchi terroristici o la sparatoria a Crocus City", ha dichiarato Podolyak in un post su Telegram. Un portavoce dell'intelligence militare ucraina ha fatto eco ai commenti di Podolyak. "L'Ucraina non è coinvolta in questo attacco terroristico", ha dichiarato.

* Fonte originale
(Traduzione de l'AntiDiplomatico)

-------

L'AntiDiplomatico vi sta offrendo una copertura in tempo reale dell'attacco terroristico a Mosca attraverso il suo canale Telegram

Quando Mario Monti parla di "sacrifici".... di Fabrizio Verde Quando Mario Monti parla di "sacrifici"....

Quando Mario Monti parla di "sacrifici"....

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington? di Giacomo Gabellini Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Quando il bonus è un malus di Giuseppe Giannini Quando il bonus è un malus

Quando il bonus è un malus

Toti e quei reati "a fin di bene" di Antonio Di Siena Toti e quei reati "a fin di bene"

Toti e quei reati "a fin di bene"

Il Piano Mattei (o di quelli che lo hanno ucciso?) di Gilberto Trombetta Il Piano Mattei (o di quelli che lo hanno ucciso?)

Il Piano Mattei (o di quelli che lo hanno ucciso?)

Gli ultimi dati del commercio estero cinese di Pasquale Cicalese Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Il Premio Pullitzer e il mondo al contrario di Andrea Puccio Il Premio Pullitzer e il mondo al contrario

Il Premio Pullitzer e il mondo al contrario

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La Siberia al centro di nuovi equilibri geopolitici? di Paolo Arigotti La Siberia al centro di nuovi equilibri geopolitici?

La Siberia al centro di nuovi equilibri geopolitici?

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti