Migranti, petrolio e milizie: il gioco delle 3 carte del Fatto Quotidiano

Migranti, petrolio e milizie: il gioco delle 3 carte del Fatto Quotidiano

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Ieri il Fatto Quotidiano dedica un paginone all'ultima fatica editoriale di Nello Scavo, esperto di Libia per il quotidiano Avvenire.

Come avevamo altre volte segnalato, lo Scavo usa spesso il gioco delle 3 carte tra migranti, petrolio e milizie. E il titolo del Fatto lo dimostra.

 


 
 



La teoria del Nostro sarebbe che l'Italia paghi le milizie per fermare i migranti e il petrolio lo prendano per disgrazia quelle monelle delle milizie.

Nel mio libro invece sostengo, con documenti ufficiali del sedicente governo di Tripoli, che l'Italia paghi le milizie per avere il petrolio e queste producano la migrazione come conseguenza (infatti la questione migratoria è un'emergenza perenne).

Giusto per chiarire a cosa serva fare il gioco delle 3 carte su questi argomenti, oggi stesso lo Scavo pubblica un articolo su Avvenire in cui denuncia presunti investimenti militari russi in Libia.

E allora è questo il motivo per cui occorre mischiare le carte.

Non bisogna far sapere ai lettori che i soldi che l'Italia manda a Tripoli sono legati alle armi, al sostentamento delle milizie al fine del saccheggio del petrolio libico, i cui pozzi però ormai sono sotto il controllo delle legittime autorità libiche, che non sono "quelli di Haftar", ma sono il legittimo parlamento votato dai libici che a sua volta ha votato un governo (che l'Italia non riconosce) e un Esercito Nazionale (al cui capo sta Haftar, con regolare voto del parlamento), il quale ha tutto il diritto e il mandato di acquistare armi da chiunque voglia, soprattutto se l'arsenale in dotazione dei libici è materiale russo se non sovietivo dai tempi di Gheddafi.

Al contrario, i soldi che lo Scavo sostiene l'Italia mandi a Tripoli per i migranti, quelli sono soldi che finanziano milizie irregolari di aguzzini, gli stessi che poi con la stessa spietatezza hanno organizzato la moderna tratta di esseri umani in Africa di cui lo Scavo si duole.
 
-------------

------------------------

PER COMPRENDERE QUELLO CHE ACCADE IN LIBIA LEGGI:




















Michelangelo Severgnini

Michelangelo Severgnini

Regista indipendente, esperto di Medioriente e Nord Africa, musicista. Ha vissuto per un decennio a Istanbul. Ora dalle sponde siciliane anima il progetto "Exodus" in contatto con centinaia di persone in Libia. Di prossima uscita il film "L'Urlo"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

28 luglio: la (vera) posta in gioco in Venezuela di Geraldina Colotti 28 luglio: la (vera) posta in gioco in Venezuela

28 luglio: la (vera) posta in gioco in Venezuela

Il Congresso Usa ha deciso: "fino all'ultimo ucraino" di Clara Statello Il Congresso Usa ha deciso: "fino all'ultimo ucraino"

Il Congresso Usa ha deciso: "fino all'ultimo ucraino"

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

25 aprile: la vera lotta oggi è contro il nichilismo storico di Leonardo Sinigaglia 25 aprile: la vera lotta oggi è contro il nichilismo storico

25 aprile: la vera lotta oggi è contro il nichilismo storico

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

Libia. 10 anni senza elezioni di Michelangelo Severgnini Libia. 10 anni senza elezioni

Libia. 10 anni senza elezioni

L'impatto che avrà il riarmo dell'Ue nelle nostre vite di Pasquale Cicalese L'impatto che avrà il riarmo dell'Ue nelle nostre vite

L'impatto che avrà il riarmo dell'Ue nelle nostre vite

Il "piano Draghi": ora sappiamo in cosa evolverà l'UE di Giuseppe Masala Il "piano Draghi": ora sappiamo in cosa evolverà l'UE

Il "piano Draghi": ora sappiamo in cosa evolverà l'UE

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS di Michele Blanco DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti