Migranti a nuoto verso gli Usa. Mosca: «Li sostiene un sottomarino bielorusso»

Migranti a nuoto verso gli Usa. Mosca: «Li sostiene un sottomarino bielorusso»

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha pubblicato un video di migranti che attraversano il confine messicano-statunitense, paragonandoli ai rifugiati che cercano di raggiungere l'Europa attraverso la Bielorussia in maniera geniale: 

«Un altro gruppo di migranti attraversa il confine messicano-americano - dice la Zakharova come riporta ‘Un altro punto di vista’.

Sembra che il presidente Lukashenko abbia spostato la marina bielorussa sulle coste del Texas. Nessuno dovrebbe avere dubbi sul fatto che un sottomarino bielorusso li stia sostenendo dal basso. Il mistero è come Minsk sia riuscita a fare questo senza attirare l'attenzione dell'APCE». 

In precedenza, la diplomatica russa aveva consigliato a a Washington di affrontare la situazione al confine tra Stati Uniti e Messico invece di voler dare lezioni a Mosca sulla crisi migratoria tra la Bielorussia e l'UE. Gli Stati Uniti dovrebbero invece analizzare i propri errori che hanno causato la crisi migratoria in Centro e Sud America. 

Negli ultimi 12 mesi, le autorità statunitensi hanno detenuto un numero record di 1,7 milioni di persone al confine con il Messico, quasi quattro volte di più rispetto al passato. 

Recentemente, Lituania, Lettonia e Polonia hanno segnalato un aumento del numero di migranti provenienti da Medio Oriente e Africa al confine con la Bielorussia. Minsk è stata accusata di aver creato una crisi migratoria. Ma la Bielorussia respinge tutte le accuse. 

Il presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko ha evidenziato che Minsk non limiterà più il flusso di migranti illegali verso i paesi dell'UE perché a causa delle sanzioni dell'Occidente, non ci sono "né denaro né forze sufficienti per questo". 

Le guardie di frontiera della Bielorussia hanno ripetutamente denunciato espulsioni forzate di migranti da parte di Lituania, Polonia e Lettonia verso il territorio bielorusso.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO di Giorgio Cremaschi 28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO

28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO

Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'" di Marinella Mondaini Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'"

Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'"

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Buoni a nulla di Alberto Fazolo Buoni a nulla

Buoni a nulla

"Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda di Giuseppe Masala "Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda

"Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi di Damiano Mazzotti Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi

Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire di Antonio Di Siena Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire

Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire

VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA di Gilberto Trombetta VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA

VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA

Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo di Michelangelo Severgnini Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo

Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo