La straordinaria capacità di manovra dei caccia Su-30SM e Su-35

La straordinaria capacità di manovra dei caccia Su-30SM e Su-35

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

L’aviazione militare russa è in continuo sviluppo per aggiornarsi e adattarsi alle nuove sfide e minacce che Mosca si trova ad affrontare. L'arrivo dei caccia Su-30SM e Su-35 per la forza aerospaziale russa ha permesso ai piloti di volare oltre angoli di attacco critici, il che ha potenziato le capacità di manovra, ha detto a TASS il comandante del gruppo acrobatico russo (Russian Knights Aerobatic Group) in occasione del 30° anniversario del gruppo. 

"Quello che era considerato come una modalità critica per un aereo quando non poteva essere controllato è ora un regime abbastanza controllabile. In precedenza, un tailspin era qualcosa al di là di qualcosa di ammissibile mentre oggi è una manovra abbastanza corretta. Gli aerei sono molto buoni, offrono vasta capacità e in effetti, i nostri aerei sono tra i migliori al mondo", ha detto il comandante.

I caccia Su-30SM e Su-35 hanno preservato l'aerodinamica del loro predecessore Su-27, ma hanno acquisito propulsori più potenti e avionica avanzata, ha detto. "Questa è una generazione completamente diversa di velivoli. Sono dotati di un sistema di navigazione più accurato e offrono capacità di impiego in combattimento ampliate", ha detto il comandante del gruppo acrobatico Russian Knights.

Rispetto al caccia Su-27, i nuovi aerei sono più manovrabili e più facili da manovrare, ha detto. "Ora un velivolo è diventato più pilot-friendly: permette di continuare a pilotare e di non distrarsi per non andare oltre parametri critici, come angolo di attacco e carichi. Anche quando gli strumenti di controllo aerodinamico non sono sufficienti, un aereo attiverà un vettore di spinta controllata. Questo rende il nuovo aereo diverso dal Su-27", ha affermato il comandante.

Il gruppo acrobatico Russian Knights ha praticato una serie di nuove acrobazie quando i piloti hanno iniziato a pilotare i caccia Su-30SM. Li hanno mostrati durante la loro esibizione in Malesia usando il regime di "manovra". Permette di controllare l'aereo con la velocità ridotta a zero e di compiere manovre acrobatiche.

Per la prima volta dal periodo sovietico, i caccia Su-30 e Su-35 sono diventati confortevoli per i piloti, in particolare, hanno ricevuto sedili dotati di riscaldamento, ha detto Shcheglov.

"In Unione Sovietica, si è prestata attenzione alle capacità degli aerei mentre nessuno pensava a condizioni confortevoli nella cabina di pilotaggio dei piloti. Ora l'abitacolo ha sia il riscaldamento dei sedili che un condizionatore molto confortevole.

Inoltre, il caccia Su-35 è dotato di apparecchiature autonome che aiutano ad accendere l'aria condizionata e l'alimentazione a bordo con i motori spenti, ha detto. "Questo è molto importante per preparare l'aereo a terra e in assenza di equipaggiamento a terra, ad esempio, quando si prepara l'aereo per un altro decollo in un aeroporto di atterraggio intermedio", ha detto il capo della squadra acrobatica dei Russian Knights.

I Russian Knights sono l'unica squadra acrobatica al mondo che compie complesse acrobazie pilotando pesanti caccia Su-30SM e Su-35 e in precedenza jet Su-27. Il gruppo acrobatico è stato istituito il 5 aprile 1991 sulla base del 1° squadrone di aviazione dell'Aircraft Demonstration Center presso l'aeroporto di Kubinka.

I jet Su-35 sono arrivati per la prima volta per il gruppo acrobatico nel novembre 2019. Nel luglio 2020, il gruppo ha completato il riarmo per i caccia Su-35 dopo che quattro nuovi aerei sono stati ridistribuiti dalla sede del produttore di aeromobili alla base del gruppo aereo a Kubinka, nei pressi di Mosca. Nel 2016, i combattenti Su-30SM sono arrivati per il gruppo acrobatico Russian Knights.

 

Potrebbe anche interessarti

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Meloni al contrattacco di Pasquale Cicalese Meloni al contrattacco

Meloni al contrattacco

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti