La Russia approva il suo quinto vaccino contro il Covid-19

La Russia approva il suo quinto vaccino contro il Covid-19

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

La Russia ha registrato il suo quinto vaccino contro il nuovo coronavirus causa della pandemia di Covid-19. Il nuovo vaccino si chiama "EpiVacCorona-N", il che suggerisce immediatamente che è simile al farmaco del centro scientifico di Novosibirsk "Vector”, il vaccino "EpiVacCorona". E questa non è una coincidenza, evidenzia il quotidiano Komsomolskaya Pravda. 

Come spiegano gli sviluppatori, la composizione è la stessa del vecchio vaccino. “Non abbiamo cambiato né le sostanze attive né quelle ausiliarie”, dicono in “Vector”. La base del vaccino è ancora costituita da una proteina trasportatrice e da peptidi sintetizzati artificialmente, piccoli frammenti della proteina S del nuovo coronavirus. L'unica differenza è che due dei tre peptidi sono stati combinati in uno. Ciò non pregiudica le loro proprietà immunogeniche, quindi le capacità di indurre una risposta immunitaria. 

Ma allora in cosa differisce il nuovo vaccino? Gli sviluppatori spiegano che è stato necessario un miglioramento per “ottimizzare la produzione del vaccino”. 

EpiVacCorona è infatti la risposta russa alla crescente domanda mondiale di vaccini contro il nuovo coronavirus. Il nuovo vaccino ha caratteristiche tecnologiche di fabbricazione che consentono un significativo aumento di scala.

In altre parole, il farmaco aggiornato sarà sempre più facile da produrre in volumi ancora maggiori di quelli attualmente raggiunti da EpiVacCorona. Si prevede che nel prossimo futuro tre siti di produzione saranno impegnati nella produzione di EpiVacKorona-N: Vector stesso, Vector-Bialgam JSC e Geropharm.

Nonostante il quinto vaccino russo in termini di composizione ripeta uno dei precedenti registrati, i suoi creatori hanno dovuto ripetere gli studi clinici (CT), fanno sapere in "Vektor". 

Secondo quanto prevede la legge russa il vaccino è attualmente in fase di studio clinico che terminerà il prossimo 30 di settembre. 

Intanto ci sono diversi paesi che hanno già espresso interesse per questo siero che la Russia intende anche utilizzare come richiamo anche per persone guarite dal Covid o che sono state inoculate con un altro siero. 

Sette paesi, tra cui India, Messico e Bangladesh, hanno mostrato interesse per l'acquisto del vaccino EpiVacCorona, secondo quanto reso noto da Denis Manturov, ministro dell'Industria e del Commercio russo in un intervista all’agenzia TASS lo scorso mese di luglio. 

"Per quanto riguarda EpiVacCorona, si stanno esplorando opportunità di esportazione. Oltre al Venezuela, altri sette paesi stanno mostrando potenziale interesse per la fornitura di questo vaccino. I paesi in questione sono Messico, Vietnam, Marocco, Pakistan, India, Argentina e Bangladesh”. 

Manturov aveva affermato in precedenza che la produzione complessiva dei vaccini CoviVac ed EpiVacCorona era insufficiente per soddisfare la domanda esterna, ma le richieste possono essere soddisfatte alla fine dell'anno.

Secondo il ministro, quest'anno possono essere prodotte fino a 14,5 milioni di dosi di vaccino EpiVacCorona.  

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse di Clara Statello La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

L'Unione Europea nella percezione degli italiani di Leonardo Sinigaglia L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'Unione Europea nella percezione degli italiani

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO) di Michelangelo Severgnini "L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

A cosa serve la proposta di Putin di oggi di Giuseppe Masala A cosa serve la proposta di Putin di oggi

A cosa serve la proposta di Putin di oggi

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti