La Reuters si accorge che i siriani soffrono per le sanzioni occidentali

La Reuters si accorge che i siriani soffrono per le sanzioni occidentali

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Lo abbiamo raccontato pochi giorni fa. Il popolo siriano già in sofferenza dopo dieci di guerra fomentata dall’occidente e dalle potenze regionali, è ormai allo stremo. Il motivo? A causa delle sanzioni occidentali e dal continuo furto di petrolio da parte dell’occupazione statunitense con la complicità delle milizie filocurde, denominate ‘forze democratiche siriane’, FDS.

Su cosa devono soffrire i siriani tra furti di petrolio e grano, sanzioni e condizioni di vita disumane nel corso degli anni potete leggere qui, qui e qui.

In un lampo di onestà giornalistica, l’agenzia Reuters ha pubblicato un reportage sulle sofferenze dei siriani con un inverno alle porte molto rigido. La novità, però, è un’altra: la causa delle sofferenze.

Dopo aver intervistato diversi siriani, nell’articolo si spiega che “il collasso economico della Siria, innescato da anni di conflitto, sanzioni occidentali, crollo della valuta e la perdita da parte del governo dei suoi territori produttori di petrolio nel nord-est, ogni anno spinge milioni di persone sempre più nella povertà.”

Certamente, è stato omesso che i territori ricchi di petrolio sono saccheggiati ogni giorno dall’occupazione statunitense con la complicità delle FDS, ma non si può chiedere troppo. 

Ovvio che i media occidentali non potranno mai indicare le vere cause delle sofferenze dei siriani. La guerra, i morti, le sanzioni, la mancanza di carburante, il colera, è tutta loro responsabilità. Inoltre, rimuovendo le sanzioni dovrebbero ammettere di aver perso questa folle guerra per procura.

Non lo ammetteranno mai, dovessero anche fomentare nuove rivolte in Siria per distruggere le macerie che sono rimaste nel paese arabo.

Che questo reportage della Reuters possa aprire se non alla revoca delle disumane e criminali sanzioni, almeno uno spiraglio di onesta informazione.  

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista di Francesco Erspamer  Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Sa(n)remo arruolati in guerra di Giorgio Cremaschi Sa(n)remo arruolati in guerra

Sa(n)remo arruolati in guerra

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?   di Bruno Guigue Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'(ancien) Regime di Antonio Di Siena L'(ancien) Regime

L'(ancien) Regime

C'era una volta il servizio sanitario nazionale di Gilberto Trombetta C'era una volta il servizio sanitario nazionale

C'era una volta il servizio sanitario nazionale

I libici assaltano il complesso dell'Eni a Zuwara di Michelangelo Severgnini I libici assaltano il complesso dell'Eni a Zuwara

I libici assaltano il complesso dell'Eni a Zuwara

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano di Pasquale Cicalese Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente di Damiano Mazzotti Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente