La Nigeria distrugge più di 1 milione di vaccini Covid scaduti

La Nigeria distrugge più di 1 milione di vaccini Covid scaduti

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

La Nigeria ha distrutto più di 1 milione di dosi scadute del vaccino contro il Covid-19 prodotto da AstraZeneca dopo che le autorità hanno affermato che non potevano essere utilizzate prima della data di scadenza.

Faisal Shuaib, capo dell'Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell’Assistenza sanitaria Primaria della Nigeria, ha affermato che i funzionari sanitari nel paese più popoloso dell'Africa non hanno avuto molta scelta dopo aver ricevuto le dosi donate che non avevano molta durata di conservazione.

"Avevamo paesi sviluppati che si procuravano questi vaccini e li accumulavano", ha detto.  "Nel momento in cui stavano per scadere, li hanno donati”, ha poi aggiunto il funzionario.

La scorsa settimana Shuaib aveva annunciato che la Nigeria non avrebbe più accettato tali donazioni, pur senza specificare pubblicamente quali quale durata fosse ritenuta troppo breve.

Il ministro della Sanità Osagie Ehanire ha affermato, in linea con quanto reso noto da Shuaib, che la Nigeria non accetterà più vaccini con una breve durata di conservazione, citando a tal proposito una decisione del comitato presidenziale, secondo quanto riporta l’emittente Al Jazeera.

Solo il 2% dei 206 milioni di persone in Nigeria è completamente vaccinato e i funzionari sanitari hanno fissato l'ambizioso obiettivo di vaccinare più di un quarto della popolazione entro febbraio. Il di vaccinazione del paese è quasi raddoppiato nell'ultima settimana.

"Se vogliamo superare questa pandemia di Covid-19, dobbiamo fare un lavoro migliore per garantire una migliore fornitura di vaccini Covid-19", ha affermato Shuaib. "Nessun paese sarà in grado di sradicare il Covid-19... fino a quando tutti i paesi sono in grado di sradicarlo”.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

La Nato va ufficialmente alla terza guerra mondiale di Giorgio Cremaschi La Nato va ufficialmente alla terza guerra mondiale

La Nato va ufficialmente alla terza guerra mondiale

La vera storia del "default russo" spiegata bene di Marinella Mondaini La vera storia del "default russo" spiegata bene

La vera storia del "default russo" spiegata bene

Il Liquidatore entra nella fase finale di Savino Balzano Il Liquidatore entra nella fase finale

Il Liquidatore entra nella fase finale

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

L'inflazione come strumento della lotta di classe di Gilberto Trombetta L'inflazione come strumento della lotta di classe

L'inflazione come strumento della lotta di classe

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti