La dichiarazione dell'anziana israeliana rilasciata da Gaza

La dichiarazione dell'anziana israeliana rilasciata da Gaza

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Riportiamo di seguito la traduzione della dichiarazione dell'ostaggio israeliano di 85 anni, Yocheved Lifshitz, che con il suo gesto al momento del rilascio dall'.striscia di Gaza, grazie alla mediazione di Qatar e Egitto, ha lanciato un potento grido di pace in tutto il mondo.

È incredibile come la stampa italiana stia strumentalizzando questa storia, riportando in queste ore solo la fase del rapimento e del passaggio per i tunnel e non i giorni successivi. Ed è incredibile come per alcuni commentatori israeliani queste parole siano "un regalo ad Hamas"

---------

Dal Canale Telegram Middle_East_Spectator

 

Dichiarazione dell'anziana donna israeliana rilasciata dalle Brigate Al-Qassam, Yocheved Lifshitz:

 

‎"Quando siamo arrivati a Gaza, all'inizio ci hanno detto che credevano nel Sacro Corano e che non ci avrebbero fatto del male. Hanno detto che ci avrebbero trattato come trattavano coloro che li circondavano. Eravamo sotto stretta sorveglianza. il paramedico e il medico sono venuti e si sono assicurati che avessimo sempre le medicine che prendevamo, erano molto interessati all'aspetto sanitario, quindi abbiamo avuto un medico.

Ogni due o tre giorni veniva un addetto per vedere come venivamo trattati. Si sono presi la responsabilità e si sono preoccupati di portare le medicine, e se non ci fossero state medicine identiche, ci avrebbero dato delle equivalenti. Sono stati molto gentili e si sono assicurati che mangiassimo bene, mangiassimo il loro stesso cibo. Siamo stati trattati bene. Hanno prestato attenzione ad ogni dettaglio. Con noi c'erano anche donne che conoscevano il significato dell'igiene femminile. Si sono assicurati che avessimo tutto.

Hamas aveva pianificato tutto molto tempo fa. Hanno preparato tutto ciò di cui avevamo bisogno, compresi shampoo e balsamo. La mancanza di competenza dell’esercito e dello Shin Bet ci ha ferito molto. Siamo diventati il capro espiatorio del governo”.

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*       di Geraldina Colotti Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*      

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*  

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

L'Unione Europea nella percezione degli italiani di Leonardo Sinigaglia L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La partita a scacchi più pericolosa di sempre di Giuseppe Masala La partita a scacchi più pericolosa di sempre

La partita a scacchi più pericolosa di sempre

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti