La comunità internazionale saluta la vittoria di Sheinbaum in Messico

La comunità internazionale saluta la vittoria di Sheinbaum in Messico

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

I presidenti e i leader politici dell'America Latina hanno salutato la netta vittoria di Claudia Sheinbaum, candidata alla presidenza del Messico per l'alleanza di governo Sigamos haciendo historia, alle elezioni di domenica.

La presidente dell’Honduras, Xiomara Castro, ha dichiarato sul suo account della rete sociale X di aver contattato telefonicamente Sheinbaum, concordando di “lavorare insieme per l’unità dell’America Latina e dei Caraibi”.

“Come prima donna presidente dell’Honduras, estendo le mie sincere congratulazioni alla prima donna presidente eletta del Messico, Claudia Sheinbaum, per aver ottenuto una clamorosa vittoria elettorale mano nella mano con il popolo messicano e il nostro amico (il presidente Andrés Manuel) López Obrador”, le parole di Xiomara Castro.

L'ex presidente dell’Argentina Cristina Fernández de Kirchner ha dichiarato: “Dall'Argentina, il nostro Paese, salutiamo il popolo messicano per la storica giornata democratica di cui è stato protagonista”.

“E ci congratuliamo con il Movimento di Rigenerazione Nazionale (MORENA) per la vittoria alle urne e con la sua candidata, ora prima Presidente del Messico, la dottoressa Claudia Sheinbaum”.

Il presidente venezuelano, Nicolás Maduro, ha affermato che si tratta di una “straordinaria dimostrazione di senso civico e di democrazia quella che abbiamo visto questa domenica 2 giugno in Messico, una grande partecipazione alle elezioni presidenziali. Mi congratulo con questo nobile popolo, con la sua Presidente eletta Claudia Sheinbaum, con il Partito Morena, con il PT e con i Movimenti sociali”.

“Congratulazioni al Presidente López Obrador, che è un grande leader del Messico e del nostro continente. Questa è una grande vittoria per la Patria Grande, vi abbraccio! Viva il Messico", le parole del capo di Stato venezuelano.

Il governo della nazione sudamericana ha rilasciato un comunicato, diffuso dal ministro degli Esteri bolivariano Yván Gil sul social network X, in cui si congratula “per la grande vittoria del popolo messicano e della presidente eletta Claudia Sheinbaum, che hanno ottenuto una clamorosa vittoria, mano nella mano con le forze della sinistra e del progressismo, sulla destra retrograda di questo Paese fratello, garantendo che le trasformazioni necessarie continuino ad avanzare con la forza necessaria per il benessere di tutto il Messico”.

Anche il Presidente cubano Miguel Díaz-Canel ha accolto con favore la “storica elezione di Claudia Sheinbaum a Presidente del Messico”.

“Le auguriamo successo nella sua amministrazione, la prima di una donna in quella posizione. Può contare sulla volontà di Cuba di continuare a rafforzare l'intima fratellanza che unisce i nostri popoli", ha dichiarato il leader cubano.

Il ministro degli Esteri della maggiore delle Antille, Bruno Rodríguez, si è unito ai messaggi di congratulazioni al virtuale presidente messicano eletto e ha ribadito “la volontà di Cuba di continuare a promuovere le relazioni economico-commerciali di cooperazione, solidarietà e amicizia che ci uniscono”.

Il governo sandinista del Nicaragua di Daniel Ortega ha inviato un messaggio alla neo-presidente in cui afferma che “a nome del nostro popolo e del nostro governo, e naturalmente a nome delle eroiche donne nicaraguensi, ci congratuliamo per la sua storica vittoria di oggi, 2 giugno, che la rende la prima donna presidente del suo Paese”.

“Siamo certi che la sua serietà, la sua fermezza e l'amore dimostrato per il Messico e le sue famiglie saranno fattori decisivi per i suoi successi, cioè per i nuovi trionfi del popolo messicano”, si legge nel testo ufficiale.

Il presidente della Colombia, Gustavo Petro, ha sottolineato che il Messico “ha eletto una progressista come primo presidente donna della sua storia. È un trionfo per il popolo messicano e per la sua democrazia”.

“Congratulazioni alla mia amica Claudia Sheinbaum, insieme lavoreremo per vedere l'America Latina unita e in progresso”, ha detto Petro.

La presidenza costaricana, nel frattempo, ha sottolineato la fratellanza tra le due nazioni.

“Congratulazioni a Claudia Sheinbaum per aver vinto democraticamente la presidenza e per essere la prima donna ad essere presidente di quel Paese. I miei migliori auguri a lei e al Messico", si legge in un messaggio pubblicato sul social network X.

Il presidente boliviano Luis Arce Catacora, attraverso i suoi social network, si è congratulato con Claudia Sheinbaum “per la sua clamorosa vittoria nelle elezioni generali e per aver fatto la storia diventando la prima donna ad assumere la presidenza del Paese fratello del Messico”.

“Salutiamo tutto il popolo messicano per la sua vocazione democratica e l'ampia partecipazione al processo elettorale. Siamo convinti che le relazioni tra i nostri popoli si rafforzeranno per continuare sulla strada della fratellanza, della cooperazione e della solidarietà, e che manterremo la nostra visione dello sviluppo, dell'integrazione regionale e dell'impegno per un mondo multipolare. Viva il Messico", ha concluso.

Anche dalla Russia sono arrivate congratulazioni indirizzate alla candidata vincitrice delle elezioni messicane.

“Ci congratuliamo con la signora Sheinbaum per questo impressionante successo”, ha dichiarato il viceministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov, aggiungendo che “da molto tempo abbiamo un dialogo politico e una cooperazione molto fruttuosi con il Messico”.

Gli ex presidenti di Bolivia, Evo Morales, e Argentina, Alberto Fernández, che si trovavano in Messico come osservatori elettorali per le elezioni, hanno condiviso sui social media di aver avuto un incontro con Sheinbaum.

“Ho avuto il privilegio di poter abbracciare il nuovo presidente di questo amato Paese (...). Ho avuto l'onore di essere con lei e la sua squadra per ricevere i primi risultati. Una donna progressista continuerà in Messico l'enorme compito iniziato dal mio caro López Obrador", ha detto l'ex presidente argentino.

Evo Morales ha sottolineato che “Claudia è l'America Latina. Grazie al fratello López Obrador per essere la riserva morale dell'umanità”.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Ursula Von Der Leyen e il vuoto politico del Pd di Paolo Desogus Ursula Von Der Leyen e il vuoto politico del Pd

Ursula Von Der Leyen e il vuoto politico del Pd

L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei di Fabrizio Verde L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei

L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei

In Bolivia, tornano i carri armati di Geraldina Colotti In Bolivia, tornano i carri armati

In Bolivia, tornano i carri armati

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta di Leonardo Sinigaglia Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn di Giorgio Cremaschi Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio di Marinella Mondaini Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio

Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mannaia dell'austerity di Giuseppe Giannini La mannaia dell'austerity

La mannaia dell'austerity

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin di Antonio Di Siena Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

"L'Urlo" adesso è davvero vostro di Michelangelo Severgnini "L'Urlo" adesso è davvero vostro

"L'Urlo" adesso è davvero vostro

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON di Michele Blanco LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

 Gaza. La scorta mediatica  Gaza. La scorta mediatica

Gaza. La scorta mediatica

Il Moribondo contro il Nascente Il Moribondo contro il Nascente

Il Moribondo contro il Nascente

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti