Il Venezuela denuncia le manovre aeree USA sulla Guyana

Il Venezuela denuncia le manovre aeree USA sulla Guyana

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Giovedì mattina, le autorità statunitensi hanno annunciato che due caccia F/A-18F Super Hornet della Marina USA effettueranno un sorvolo su "Georgetown e dintorni" con l'approvazione del governo guyanese presieduto da Irfaan Ali.

Poco dopo, il ministro della Difesa venezuelano, il generale bolivariano Vladimir Padrino, ha avvertito che questo tipo di manovre militari statunitensi aumentano i rischi per la sicurezza in Sud America e nei Caraibi.

"Avevamo già avvertito della minaccia alla pace regionale rappresentata dalla presenza della portaerei USS George Washington nei Caraibi. Ora annunciano il dispiegamento di aerei F-18 per sorvolare Georgetown e i suoi dintorni", ha dichiarato.

"Le Forze Armate Nazionali Bolivariane respingono con forza queste ripetute provocazioni da parte del Comando Sud, sponsorizzato dal governo della Guyana, che ha assunto il ruolo di una nuova colonia statunitense", ha aggiunto Padrino.

"Il nostro sistema di difesa aerospaziale globale rimane attivato in caso di qualsiasi tentativo di violazione dello spazio geografico venezuelano, compreso il nostro territorio di Essequibo. Allarme!", ha avvertito Padrino.

Il dispiegamento di aerei F18 avviene nell'ambito della crescente cooperazione militare tra Stati Uniti e Guyana, legata alla disputa sull'Essequibo, un'area di confine ricca di risorse naturali e petrolio appartenenti al patrimonio territoriale venezuelano.

"Questa è un'ulteriore prova delle provocazioni che vengono fatte al Venezuela dal Comando Sud degli Stati Uniti. Come il presidente Nicolas Maduro ha ripetutamente denunciato, è stata attivata una macchina da guerra contro il nostro Paese", ha dichiarato il ministro degli Esteri venezuelano Yvan Gil.

"I desideri della ExxonMobil non hanno limiti. Dopo essersi appropriati della Guyana, intendono destabilizzare la regione", ha aggiunto, sottolineando che il loro comportamento minaccia la Zona di Pace concordata dai Paesi della Comunità degli Stati dell'America Latina e dei Caraibi (CELAC).

"Nel frattempo, il governo della Guyana viola i suoi impegni internazionali, compreso l'Accordo di Argyle del 2023, cedendo la sua sovranità alla potenza statunitense che minaccia un intero continente", ha evidenziato Gil.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse di Clara Statello La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

L'Unione Europea nella percezione degli italiani di Leonardo Sinigaglia L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'Unione Europea nella percezione degli italiani

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO) di Michelangelo Severgnini "L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

A cosa serve la proposta di Putin di oggi di Giuseppe Masala A cosa serve la proposta di Putin di oggi

A cosa serve la proposta di Putin di oggi

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti