Il Portogallo diventa il primo paese dell'eurozona a vendere "panda bond" nel mercato cinese

Il Portogallo diventa il primo paese dell'eurozona a vendere "panda bond" nel mercato cinese

L'emissione di questi obblighi con una scadenza di 3 anni ha avuto una forte domanda da parte degli investitori.

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Il Portogallo è diventato il primo paese nella zona euro, ieri, a emettere debito in yuan nel mercato cinese.
 
Attraverso l'Agenzia portoghese per la gestione del debito del Tesoro e pubblica (IGCP), Lisbona ha emesso 'obbligazioni panda' per un valore di 2.000 milioni di yuan (circa 289 milioni) con scadenza a 3 anni.
 
"Questo è il primo lotto di 'obbligazioni Panda' da un paese della zona euro e il terzo di accesso al mercato sovrano europeo onshore Cina", si legge in una dichiarazione dell'IGCP. Si sottolinea inoltre che il collocamento di obbligazioni aveva una forte richiesta da parte degli investitori, che ha superato 3,16 volte l'ammontare offerto, consentendo la riduzione del tasso marginale iniziale dal 4,35% a 4,09%.
 
All'emittente statunitense CNBC, il ministro delle Finanze portoghese, Mario Centeno ha spiegato che la questione è un "positivo nella gestione del debito estero del paese nella fase di medio termine", e che questa operazione consentirà a Lisbona espandere la sua base gli investitori.
 
Il Portogallo è uno dei paesi europei con il più alto livello di investimenti cinesi. Tra il 2011 e il 2014, questo paese ha dovuto chiedere un salvataggio internazionale durante l'apice della crisi del debito nella zona euro. Da allora, l'economia portoghese è tornata a dati positivi sulla crescita e anche le agenzie di rating del credito sono state ottimiste riguardo al paese. La scorsa settimana, Fitch ha migliorato il rating del Portogallo da "stabile" a "positivo", aprendo la porta ad un miglioramento delle valutazioni entro la fine dell'anno.
 
Le 'obbligazioni Panda' non sono la prima in seno all'Unione europea e la Polonia ha emesso titoli di Stato nel mercato cinese nel 2016 e così anche l'Ungheria nel 2018.
 

Potrebbe anche interessarti

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia di Alberto Fazolo La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Meloni al contrattacco di Pasquale Cicalese Meloni al contrattacco

Meloni al contrattacco

La rete di ingerenza creata dagli Stati Uniti contro Cuba di Andrea Puccio La rete di ingerenza creata dagli Stati Uniti contro Cuba

La rete di ingerenza creata dagli Stati Uniti contro Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti