Il messaggio di Putin alla Lega araba

Il messaggio di Putin alla Lega araba

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Il presidente russo Vladimir Putin ha sottolineato che Mosca è pronta a rafforzare le relazioni con la Lega araba e tutti i membri della sua nazione durante il 31° vertice della Lega araba che da ieri si sta svolgendo in Algeria, si legge in un comunicato stampa del Cremlino.

Il messaggio di Putin si è concentrato sul rafforzamento della sicurezza regionale e globale: “Riteniamo che le questioni militari e politiche che il Medio Oriente e il Nord Africa stanno affrontando, comprese le crisi siriana e libica e i conflitti yemenita e israelo-palestinese, debbano essere risolte su basi universali leggi internazionali riconosciute”, ha aggiunto.

“Indubbiamente, i compiti di migliorare la situazione internazionale e contrastare le minacce e le sfide del nostro tempo aumentano la richiesta di sforzi collettivi coordinati e accrescono significativamente l'importanza di organizzazioni rappresentative come la Lega araba”, ha spiegato.

"Spero che sia necessario aumentare l'importanza di organizzazioni rappresentative come la Lega araba nell'arena internazionale", ha osservato Putin.

L'agenda del vertice include questioni regionali, come la situazione in Yemen, Libia e Siria, nonché la questione palestinese. Inoltre, al centro dell’incontro anche il tema la sicurezza alimentare e il rafforzamento delle relazioni tra i paesi arabi di fronte agli scenari mondiali.

Intanto, il 27 ottobre scorso, il presidente russo ha elogiato il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman (MbS) e lo ha descritto come "un uomo di carattere giovane e determinato", aggiungendo che meritava "rispetto" per aver cercato una posizione equilibrata nel mercato petrolifero in linea con gli interessi nazionali del suo paese.

Durante il circolo di discussione di Valdai, Putin aveva ricordato che l'Arabia Saudita è un Paese in rapido sviluppo: “Ciò è dovuto anche al fatto che il principe ereditario , il governo dell'Arabia Saudita , ha piani molto grandi per diversificare l'economia, il che è molto importante. Hanno interi piani di sviluppo nazionali progettati per questo obiettivo”.

Oltre a ribadire l'importanza di rafforzare i legami con l'Arabia Saudita e di sviluppare le relazioni con questo Paese, sia a livello bilaterale che su piattaforme multilaterali.

Infine, aveva anche espresso il suo sostegno all'ingresso dell'Arabia Saudita nel gruppo BRICS formato da Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa.

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse di Clara Statello La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Israele arranca – Salvo Ardizzone di Giacomo Gabellini Israele arranca – Salvo Ardizzone

Israele arranca – Salvo Ardizzone

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO) di Michelangelo Severgnini "L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza di Michele Blanco Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti