Il dramma delle centinaia di bambini afgani senza famiglia negli Stati Uniti

Il dramma delle centinaia di bambini afgani senza famiglia negli Stati Uniti

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Dopo la presa di Kabul da parte dei Taleban, migliaia di persone hanno lasciato il Paese siatico attraverso una rocambolesca e caotica evacuazione; una decisione presa perché temevano per il futuro del loro Paese, travolto da una crisi causata dalla partenza precipitosa delle forze NATO, guidate dagli Stati Uniti.

A questo proposito, ieri l'emittente Tv statunitense CNN ha affrontato la situazione dei bambini afgani negli Stati Uniti e ha rivelato che sono circa 1.450 quelli che sono stati evacuati nel paese nordamericano senza i loro genitori, osservando che non è chiaro quando, come , o anche se, alcune delle loro famiglie potranno riunirsi.

Inoltre, alcune famiglie hanno menzionato ai media che questi bambini vivono in un limbo e alla disperata ricerca di risposte su ciò che verrà dopo, mentre sono traumatizzati da ciò che è accaduto in Afghanistan.

"È scioccante... l'idea che ci siano più di 1000 bambini senza famiglia al momento e che si sentano potenzialmente soli e spaventati", ha deplorato la dott.ssa Sabrina Perrino, una pediatra afghana-americana  che opera in California, citata dal media.

Le autorità statunitensi hanno affermato che la stragrande maggioranza di questi bambini è stata rapidamente rilasciata per vivere con i loro tutori, compresi altri parenti con cui sono fuggiti o quelli che già vivevano negli Stati Uniti. Inoltre, hanno aggiunto, alcuni sono stati riuniti alle loro famiglie attraverso un processo di selezione accelerato che l'amministrazione statunitense, presieduta da Joe Biden, ha creato per i bambini afgani.

Tuttavia, le statistiche dell'Ufficio per il reinsediamento dei rifugiati hanno indicato che circa 250 dei bambini rimangono sotto la custodia del governo degli Stati Uniti, precisa la CNN .

Nonostante tutto, Nathan Bult, vicepresidente degli affari pubblici e governativi per il Michigan Immigrant Rights Center, ha sottolineato che "ci sono alcuni bambini che non si riuniranno mai con la loro famiglia".

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

21 settembre. Il discorso integrale di Vladimir Putin in italiano di Marinella Mondaini 21 settembre. Il discorso integrale di Vladimir Putin in italiano

21 settembre. Il discorso integrale di Vladimir Putin in italiano

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Dal Covid alle guerre Nato: Figliuolo "premiato" a Tripoli di Michelangelo Severgnini Dal Covid alle guerre Nato: Figliuolo "premiato" a Tripoli

Dal Covid alle guerre Nato: Figliuolo "premiato" a Tripoli

Von Der Leyen e le elezioni italiane di Pasquale Cicalese Von Der Leyen e le elezioni italiane

Von Der Leyen e le elezioni italiane

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti