Il dato della bilancia commerciale tedesca: il giochino della Merkel è finito (per sempre)

Il dato della bilancia commerciale tedesca: il giochino della Merkel è finito (per sempre)

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

A Maggio la bilancia commerciale tedesca segna un passivo per un miliardo di euro. Un dato negativo della bilancia commerciale tedesca non si vedeva da oltre 20 anni, ovvero da quando è nato l'Euro proprio con l'intento di affogare la forza del Marco nella debolezza della Peseta, della Dracma, della Lira italiana ecc. ecc.
 
Il giochino alla Germania è andato bene per oltre 20 anni accumulando ricchezze sconfinate. Questo ha fatto la Merkel. Una governante molto molto furba, di una furbizia contadina (per quanto sofisticata, sempre furbizia contadina è) ma poco e punto saggia.
 
 
 
Già i saggi di Bretton Woods ci hanno detto che gli squilibri commerciali protratti nel tempo sono il seme della guerra. E infatti la guerra è arrivata a sistemare la situazione: gli americani hanno piantato un casino enorme con la Russia colpendo alla giugulare il modello mercantilista tedesco fondato sulle materie prime a basso costo importate dalla Russia e sul lavoro a basso costo soprattutto dei paesi agganciati alla global chain value tedesca. Non capirò mai dove volesse arrivare la Merkel: credeva forse che a Washington si sarebbero fatti umiliare e commissariare come è stato fatto con la Grecia formalmente ed informalmente con l'Italia? Ecco, non era possibile, infatti gli americani dopo aver dato innumerevoli avvertimenti hanno agito.
 
E ora?
 
E ora l'Europa si ritrova con un modello produttivo scassato, a corto di materie prime, con la guerra sull'uscio di casa, con il sistema finanziario alla canna del gas e quello monetario tutto da reinventare oltre che arretratissima tecnologicamente (non sia mai che si spendessero quattro lire, nein, nein, nein. Ora attaccatevi al tram). Come finirà? Non lo so, ma a naso non bene.
 
Ricordatevi, questo enorme casino è totalmente da addebbitare alla Merkel e a tutti i suoi scherani di varia nazionalità compreso chi in Italia scriveva libri immondi dal titolo "Morire per Maastricht? Si".
 
PS Tutte cose già scritte da me su questi schermi per anni e anni. Inutilmente.
 

IL PRIMO ROMANZO NATO SU TELEGRAM! LA NOVITA' EDITORIALE DELL'ANNO



ACQUISTA "ANANKE"

 
 

Giuseppe Masala

Giuseppe Masala

Giuseppe  Masala, nasce in Sardegna nel 25 Avanti Google, si laurea in economia e  si specializza in "finanza etica". Coltiva due passioni, il linguaggio  Python e la  Letteratura.  Ha pubblicato il romanzo (che nelle sue ambizioni dovrebbe  essere il primo di una trilogia), "Una semplice formalità" vincitore  della terza edizione del premio letterario "Città di Dolianova" e  pubblicato anche in Francia con il titolo "Une simple formalité" e un  racconto "Therachia, breve storia di una parola infame" pubblicato in  una raccolta da Historica Edizioni. Si dichiara cybermarxista ma come  Leonardo Sciascia crede che "Non c’è fuga, da Dio; non è possibile.  L’esodo da Dio è una marcia verso Dio”.

 

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan... di Francesco Santoianni Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

30 anni di pagliacci. E' il lavoro la misura di ogni cosa di Pasquale Cicalese 30 anni di pagliacci. E' il lavoro la misura di ogni cosa

30 anni di pagliacci. E' il lavoro la misura di ogni cosa

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo di Gilberto Trombetta Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo

Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli di Michelangelo Severgnini A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti