Il Congresso Usa vota per ampliare la definizione di "antisemitismo"

Il Congresso Usa vota per ampliare la definizione di "antisemitismo"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Il 1° maggio la Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato un disegno di legge per ampliare la definizione federale di antisemitismo, sulla scia delle diffuse proteste filo-palestinesi nei campus universitari di tutto il Paese.

Il disegno di legge è stato approvato con un voto di 320 a 91 e passerà ora all'esame del Senato.

In caso di votazione favorevole, il disegno di legge codificherebbe la definizione di antisemitismo stabilita dall'International Holocaust Remembrance Alliance (IHRA). L'IHRA definisce l'antisemitismo come "una certa concezione degli ebrei, che può essere espressa come odio verso gli ebrei. Le manifestazioni retoriche e fisiche dell'antisemitismo sono dirette verso individui ebrei o non ebrei e/o verso le loro proprietà, verso istituzioni comunitarie ebraiche e strutture religiose".

La definizione di antisemitismo dell'IHRA include anche il "prendere di mira lo Stato di Israele, concepito come collettività ebraica".

La definizione indica come antisemita qualsiasi paragone tra "la politica israeliana contemporanea" e "quella dei nazisti", così come il riferirsi a Israele come "razzista".

Questa proposta di legge potrebbe essere utilizzata per impedire il finanziamento di qualsiasi istituzione percepita come sostenitrice dell'antisemitismo, come è accaduto di recente a molti campus universitari a causa del diffuso sostegno alla causa palestinese.

Alcuni hanno avvertito che potrebbe essere usata specificamente per affrontare le proteste pro-Palestina nei campus universitari statunitensi, che molti hanno accusato di essere anti-ebraiche.

Alcuni gruppi per i diritti hanno criticato la legge per questo motivo. L'American Civil Liberties Union (ACLU) ha invitato i membri della Camera a votare contro, chiarendo che esiste già una legislazione federale statunitense contro l'antisemitismo.

Il disegno di legge "non è necessario per proteggere dalla discriminazione antisemita", ha dichiarato l'ACLU, aggiungendo che "invece, probabilmente, limiterebbe la libertà di parola degli studenti nei campus universitari, equiparando erroneamente le critiche al governo israeliano all'antisemitismo".

Le proteste nei campus hanno continuato a imperversare nelle università di tutti gli Stati Uniti, con violente repressioni da parte della polizia negli ultimi giorni. Decine di manifestanti della Columbia University di New York sono stati arrestati in modo aggressivo dalla polizia martedì sera, quando la polizia di New York ha fatto irruzione in un edificio in cui gli studenti si erano barricati.

Arresti violenti simili, con l'uso di spray al peperoncino, sono avvenuti in altre università.

I contro-protestanti pro-Israele hanno attaccato il 30 aprile il Gaza Solidarity Encampment all'UCLA, senza subire alcuna reazione da parte delle autorità e della polizia del campus. Questo episodio ha suscitato grande indignazione e critiche.

Nella serata di mercoledì, la polizia antisommossa ha circondato l'accampamento pro-Palestina dell'UCLA e sta progettando di attaccare i manifestanti e sgomberarli.

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon di Paolo Desogus Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon

Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon

In Bolivia, tornano i carri armati di Geraldina Colotti In Bolivia, tornano i carri armati

In Bolivia, tornano i carri armati

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta di Leonardo Sinigaglia Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn di Giorgio Cremaschi Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Public enemy di Giuseppe Giannini Public enemy

Public enemy

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin di Antonio Di Siena Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

"L'Urlo" adesso è davvero vostro di Michelangelo Severgnini "L'Urlo" adesso è davvero vostro

"L'Urlo" adesso è davvero vostro

Zelensky: gli aiuti occidentali non sono sufficienti di Andrea Puccio Zelensky: gli aiuti occidentali non sono sufficienti

Zelensky: gli aiuti occidentali non sono sufficienti

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON di Michele Blanco LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

 Gaza. La scorta mediatica  Gaza. La scorta mediatica

Gaza. La scorta mediatica

Il Moribondo contro il Nascente Il Moribondo contro il Nascente

Il Moribondo contro il Nascente

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti