I jet israeliani bombardano il principale hub della Siria per le consegne di aiuti per il terremoto

I jet israeliani bombardano il principale hub della Siria per le consegne di aiuti per il terremoto

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

La prima volta non gli era venuto bene probabilmente, allora Israele dopo quasi un mese ci ha riprovato attaccando il principale hub per la consegna degli aiuti ai terremotati.

La scorsa notte, l'aviazione israeliana ha lanciato nuovi attacchi missilistici nelle vicinanze dell'aeroporto internazionale di Aleppo, nel nord-est della Siria. È il secondo attacco alla pista di atterraggio civile da quando un terremoto di magnitudo 7,7 ha devastato la regione.

"Verso le 03:55 di mercoledì, il nemico israeliano ha lanciato un'aggressione aerea con una serie di missili dalla direzione del Mar Mediterraneo, a ovest di Lattakia, mirando alle vicinanze dell'aeroporto internazionale di Aleppo", ha riferito una fonte militare in una dichiarazione alla Syrian Arab News Agency (SANA).

La dichiarazione non ha menzionato se l’attacco abbia causato morti o feriti.

L'aeroporto di Aleppo è stato uno dei canali principali per il flusso di aiuti umanitari in Siria dopo che il terremoto ha ucciso oltre 6.000 persone e lasciato centinaia di migliaia di senzatetto.

All'inizio di questo mese, i voli umanitari sono stati reindirizzati agli aeroporti di Damasco e Latakia dopo che gli attacchi aerei israeliani avevano danneggiato la pista dell'aeroporto di Aleppo, ostacolando la consegna di aiuti salvavita.

"L'impatto di questa chiusura impedisce l'accesso umanitario e potrebbe avere conseguenze umanitarie drastiche per milioni di persone che sono state colpite dal terremoto", aveva lamentato in una dichiarazione delle Nazioni Unite rilasciata l'8 marzo, sottolineando che Aleppo è "uno dei governatorati più colpiti dal terremoto in Siria”.

“Gli attacchi non devono mai essere diretti contro civili o oggetti civili. La comunità umanitaria sta rispondendo a una delle peggiori crisi che hanno colpito la Siria dal 6 febbraio sullo sfondo di 12 anni di conflitto, declino economico e una situazione umanitaria disperata", aggiungeva la dichiarazione delle Nazioni Unite.

Il 18 febbraio, almeno cinque persone sono morte e 15 sono rimaste gravemente ferite a Damasco dopo che aerei da guerra israeliani  avevano sganciato bombe  su un quartiere residenziale.

Nei giorni successivi al terremoto, i funzionari israeliani hanno avvertito che Tel Aviv "non avrebbe esitato" a bombardare le consegne di aiuti iraniani per la Siria colpita dal disastro, sostenendo che Teheran cerca di "approfittare della tragica situazione... per inviare armi e attrezzature a Hezbollah. "

Israele ha lanciato centinaia di attacchi all'interno della Siria per quasi un decennio, presumibilmente prendendo di mira sospette posizioni iraniane e di Hezbollah. Gli aerei da guerra israeliani a volte  hanno bombardato  le posizioni dell'esercito siriano per assistere le offensive del Fronte Nusra affiliato ad Al-Qaeda durante l'insurrezione salafita appoggiata dall’occidentale, dalle potenze regionali, iniziata nel 2011.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Meloni al contrattacco di Pasquale Cicalese Meloni al contrattacco

Meloni al contrattacco

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti